Quantcast

L’Associazione Italia Israele chiede al Comune di Asti di adottare la “definizione operativa” di antisemitismo

Nella ricorrenza della Giornata della Memoria 2021 una delegazione dell’Associazione Italia Israele, composta dal presidente Luigi Florio e dai due vicepresidenti Francesca Bassa e Riccardo Arnaud, ha incontrato in Municipio il sindaco Maurizio Rasero e il presidente del Consiglio
Comunale Walter Rizzo ai quali ha consegnato una proposta di ordine del giorno che recepisce la definizione di antisemitismo adottata dall’International Holocaust Remembrace Alliance (Ihra).

L'Associazione Italia Israele chiede al Comune di Asti di adottare la

“Sempre più spesso – ha detto l’avv. Florio – il moderno antisemitismo si manifesta nella negazione del diritto di esistere dello Stato di Israele; chiediamo al Comune di Asti di adottare, come hanno già fatto molteplici enti pubblici europei tra i quali, in Italia, la Regione Liguria, la definizione di antisemitismo adottata dall’Ihra e di escludere in futuro qualsiasi collaborazione con chi contesta il diritto all’esistenza di Israele”.

Il sindaco Rasero e il presidente Rizzo hanno fatto sapere che investiranno quanto prima della questione il Consiglio Comunale.

Per consultare la proposta di o.d.g. consegnata al sindaco e al presidente del Consiglio Comunale  clicca –> QUI”