Quantcast

L’APRI di Asti dona un ecografo palmare per il reparto di Malattie Infettive del Cardinal Massaia

Importante donazione da APRI (Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti) all'ospedale di Asti

Nella suggestiva cornice offerta dalla struttura del Cardinal Massaia si è svolta nei giorni scorsi la consegna all’Asl AT di un ecografo palmare digitale da parte dell’APRI, Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti.

Alla presenza del Direttore Sanitario dell’Asl AT, Mauro Occhi, del primario del Reparto di Malattie Infettive, Francesco Giuseppe De Rosa, e del coordinatore infermieristico Franco Cavallotto, è intervenuta la Presidente dell’Associazione, Renata Sorba, accompagnata dal Vice Presidente Paolo Risso.

I rappresentanti dell’APRI hanno illustrato le finalità della donazione, intesa ad arricchire la dotazione tecnologica e migliorare la capacità diagnostica dei medici del Reparto.

Il piccolo ecografo digitale, un gioiello tecnologico che racchiude in dimensioni ridottissime un’elevata risoluzione delle immagini ecografiche, verrà adottato dal personale del reparto per gli esami al letto del malato.

“Un’importante acquisizione – commenta il Direttore Generale Asl AT, Flavio Boraso – non tanto e non solo per l’indubbio vantaggio che comporta in termini di capacità diagnostica, ma perché conferma il ruolo centrale del dialogo tra il nostro ospedale e le associazioni espressione del territorio. Una filantropia che nasce dal dialogo tra le diverse realtà: non è un bancomat cui chiedere risorse ad ogni piè sospinto, bensì parte integrante dello sforzo di mantenere in salute i cittadini, un compito che i soli camici bianchi non possono sostenere da soli. Grazie quindi all’Associazione APRI per la sensibilità dimostrata”.

Nella fotografia: la dottoressa Edda Battaglia ed il dottor Gabriele Pozzo