Quantcast

I progetti del 2021 della Protezione Civile Geometri di Asti

Con l’inizio del nuovo anno si fa il bilancio di quello appena trascorso. La Protezione Civile Geometri Asti O.d.V., siglabile PROGEO, nel 2020 ha cercato di dare massimo impulso con i suoi 37 volontari, alle attività di protezione civile e di volontariato. Il Covid-19, è stato sicuramente l’attore principale di un film che non si sarebbe voluto vedere.

Nell’ambito del Coordinamento territoriale del volontariato di Protezione Civile di Asti i volontari della PROGEO, con le Associazioni facenti parte del Coordinamento, hanno provveduto all’allestimento della tenda vicino al pronto soccorso dell’ospedale di Asti per il pre-triage Covid, alle periodiche consegne alle R.S.A. e S.S.A. di Asti e provincia di materiale sanitario, mascherine e tamponi.

L’impegno e l’impiego dei volontari si sono estesi fuori provincia, con la collaborazione alla realizzazione degli ospedali a Torino delle O.G.R. prima e, recentemente, al parco del Valentino. Sono stati, anche, attivamente coinvolti nell’emergenza alluvionale a Limone Piemonte, Garessio e Nonantola (MO).

Sempre sotto l’egida del Coordinamento territoriale di Asti, PROGEO ha prestato assistenza durante le manifestazioni ciclistiche che hanno attraversato il territorio astigiano (arrivo tappa del giro d’Italia, Milano-San Remo, Milano-Torino e Gran Piemonte) ed è intervenuta per le due trombe d’aria, una in zona moncalvese e una in Asti con la rimozione dell’albero davanti al hotel Lis vicino ai giardini pubblici.

E’, infine, intervenuta con aiuti consistenti in consegna di cibo (donato dall’azienda Piemonte Carni di Isola d’Asti) per 12 persone del Circo delle Stelle bloccato nel mese di aprile nel Comune di Castell’Alfero.

L’impegno associativo si è indirizzato al mondo del volontariato cittadino, in sinergia con il Sindaco Maurizio Rasero e con l’Assessore Mariangela Cotto e il Centro Servizi Volontariato di Asti e Alessandria con la distribuzione di mascherine chirurgiche donate dalla Piemonte Carni di Massimo Caldera e dalla ditta EQSG della famiglia Malfatto alle associazioni operanti nel sociale nella città e, durante il periodo natalizio, alla mensa sociale del Comune di Asti.

Nel periodo pasquale hanno donato uova di Pasqua alle associazioni cittadine che operano con bambini con disabilità e vittime di abusi.

Il 2020 è stato molto importante; Progeo, grazie alle tante donazioni del 5×1000 dei cittadini che hanno creduto negli scopi statutari, è riuscita a realizzare, a fine 2020, un progetto molto impattante in questi ultimi anni: l’istituzione di una squadra specializzata per la rimozione dei calabroni.

Non saranno mai abbastanza i ringraziamenti per tutte quelle persone che, con la loro scelta del 5×1000, continuano a supportare l’associazione che si è impegnata ad utilizzare i fondi ricevuti per iniziative sul territorio cittadino, con un lavoro di squadra insieme al CSVAA e al Comune di Asti.

La modalità di adesione al 5×1000 a favore della Progeo è semplice: basterà inserire il loro codice fiscale 92066600054 nell’apposito campo all’interno della dichiarazione dei redditi; non costa nulla, ma è determinante per il raggiungimento degli obiettivi preposti.

Progeo inizia il 2021, con il motto “Essere volontari è un’esperienza unica… vienici a conoscere”, come il contenuto scritto nella targa posta su una panchina in via Gobetti restaurata dai volontari e due giovani astigiani, in occasione dell’iniziativa di fine agosto 2020 “Volontariato in panchina” ed attende nuovi volontari, soprattutto giovani, perché il volontariato e la protezione civile hanno bisogno di loro.

I progetti del 2021 della Protezione CIvile Geometri di Asti
Danilo Baggio – Presidente della PROGEO di Asti