Come allestire una palestra in casa? Alfonso Melis risponde

Più informazioni su

Allenarsi e mantenersi in forma è importantissimo a qualsiasi età. Infatti, l’allenamento, produce effetti benefici su tutto l’organismo, come un miglioramento dell’attività cardiocircolatoria, lo sviluppo di una maggiore resistenza articolare, una maggiore ossigenazione e ventilazione polmonare. Al contrario, una vita sedentaria può produrre conseguenze negative. Ovviamente è necessario considerare che ogni fascia d’età ed ogni tipo di fisico necessitano un allenamento differente, in base anche ad altri fattori come le abitudini alimentari ecc.

In genere, in palestra è un personal trainer specializzato come Alfonso Melis ad analizzare tutte le caratteristiche di una persona ed a redigere una scheda di allenamento personalizzata. Non tutti, però, hanno il tempo per recarsi in palestra e mantenere il proprio corpo in forma, tuttavia si può decidere di allestire una palestra presso la propria abitazione (se si ha abbastanza spazio a disposizione da adibire a questo scopo), ovviamente solo con gli attrezzi che servono al proprio benessere. Con la tecnologia, inoltre, è possibile avere un allenamento personalizzato anche a portata di app: molte applicazioni disponibili su qualsiasi device consentono di conoscere dei programmi di allenamento a seconda dei propri obiettivi.

Inoltre, è possibile connettersi con altri appassionati di un determinato sport ed organizzare delle vere e proprie gare, oppure affidarsi ai consigli esperti di un personal trainer da remoto. Molti di questi servizi sono disponibili direttamente online, altri sono “integrati” all’acquisto di un determinato attrezzo. Dunque andiamo subito ad analizzare con Alfonso Melis quali sono i migliori attrezzi per allestire una vera e propria palestra a casa.

Diversi tipi di attrezzi

Dopo aver considerato i propri spazi all’interno della casa per adibire una palestra, è necessario focalizzarsi su quale tipologia di attrezzo è necessaria. Bisogna distinguere in primo luogo se si vuole praticare attività fisica o esercizio fisico.

Le due espressioni non sono sinonimi, in quanto “esercizio” sta ad indicare un’attività strutturata posta in essere per uno specifico fine. Inoltre, bisogna capire quale tipo di allenamento porre in essere: se aerobico, di forza oppure di elasticità. Nel primo caso, si intende una tipologia di esercizi finalizzati principalmente alla perdita del peso e alla riduzione del grasso corporeo, oltre che all’accelerazione del metabolismo e al benessere dell’organismo a 360°, grazie anche alla stimolazione dei neurotrasmettitori del buon umore, cioè serotonina e norepinefrina.

Allenare la forza, invece, vuol dire agire sulla propria resistenza muscolare e sulla postura. In questo caso Alfonso Melis, esperto personal trainer, consiglia di focalizzarsi su attrezzi particolarmente fluidi nel movimento, stabili e solidi, nonché sicuri. Indispensabili sono i pesi, le fascette elastiche, il bilanciere, e se lo spazio in casa lo consente, un multifunzione.

Per lavorare, invece, sulla propria elasticità, e quindi su tendini, ossa e muscoli, è necessario intervenire sullo stretching. In questo caso servono dei prodotti per il corpo libero, che devono essere facili da utilizzare, pratici ed adattabili a qualsiasi fisicità senza comprometterne l’utilizzo. Ovviamente, indipendentemente dal tipo di attrezzo, non si può prescindere dalla qualità dei materiali di realizzazione, che devono essere in grado di resistere a molteplici utilizzi senza problemi.

Tapis Roulant

Il tapis roulant per l’allenamento è fondamentale, indipendentemente dal tipo di fisico, tutti traggono vantaggio nell’utilizzarlo. Questo attrezzo ginnico, infatti, può simulare l’attività di camminata all’aria aperta, indispensabile per un mantenere un buon equilibrio psicofisico.

Utilizzare il tapis roulant, migliora la resistenza aerobica, aumenta l’ossigenazione dei tessuti, migliora la composizione corporea, aiuta a dimagrire, a prevenire le patologie articolare e quelli metaboliche. Inoltre aiuta a ridurre lo stress. Ma come si sceglie il tapis roulant perfetto per la propria palestra indoor?

Alfonso Melis afferma: “È necessario trovare un tapis roulant adeguato alla propria statura, sia per quanto riguarda la lunghezza e la larghezza del nastro, sia per quanto concerne la velocità massima impostabile. Ad esempio, se si ha un’altezza di 150 cm, potrebbe bastare un tapis roulant lungo intorno ai 130 cm, con velocità max 14 km/h; se la statura aumenta, intorno ai 180 cm, potrebbe essere necessario un tapis roulant da 140 cm con velocità max 18 km/h”.

Inoltre, è fondamentale rispettare la Direttiva Macchine Europea EN-20957/6 per quanto concerne la superficie di corsa, ovvero “l’area calpestabile”: le misure minime di questo attrezzo sono 40×120 cm, per evitare infortuni. A seconda dell’utilizzo, poi, bisogna scegliere se acquistare un modello a corrente continua, o, in caso di uso intenso, a corrente alternata.

Per quanto concerne il motore, inoltre, è necessario scegliere la potenza in base al proprio peso: maggiore sono i kg, maggiore dovrà essere la potenza del motore. Altri fattori che possono essere tenuti in considerazione per la scelta, sono i programmi di allenamento: i modelli più avanzati sono dotati anche di HRC (Heart Rate Control), cioè in grado di calibrare l’intensità dell’allenamento in base alla frequenza cardiaca.

Cyclette

La cyclette è uno degli attrezzi più utilizzati per l’allenamento domestico. Infatti, grazie alle sue dimensioni contenute, permette di svolgere allenamento casalingo senza occupare molto spazio, e di bruciare calorie con una pedalata appena dopo i pasti e riponendo la cyclette al proprio posto. Addirittura, alcune cyclette da tenere in casa, si possono piegare ed inserire in piccolissimi spazi, ad esempio sotto al letto o dietro una porta.

Anche coloro che non sono abituati a reggere ritmi di allenamento molto stressanti ed intensi, possono trarre giovamento dalla cyclette. Si trovano sul mercato diversi modelli, che sono adatti a diverse esigenze. Anche secondo Alfonso Melis, bisogna determinare quale tipo allenamento si intende svolgere e soprattutto gli obbiettivi da raggiungere e le necessità. Il sedile ed il manubrio di questo attrezzo dovrebbero essere regolabili, al fine di rendere comoda la seduta ed aiutare ad assumere una postura corretta.

Bisogna considerare anche l’intensità della pedalata, solitamente la resistenza è regolabile (o in modo elettronico o modo manuale) al fine di intensificare l’esercizio o renderlo più fluido.

Solo dopo aver considerato questi fattori, è possibile scegliere tra le diverse tipologie, come la cyclette verticale, che permette di mantenere una posizione eretta; la cyclette orizzontale, che permette di pedalare da seduti; la cyclette ellittica, che combina anche l’allenamento muscolare sua delle fasce inferiori che quelle superiori, la cyclette vogatore, che consente di effettuare un movimento in grado di coinvolgere anche le braccia, o la cyclette elettrica, che permette alle persone con difficoltà articolari di effettuare comunque un esercizio di questo tipo.

Più informazioni su