Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

Stanze speciali per poter riabbracciare i nonni nelle Case di Riposo

Si chiamano stanze degli abbracci e sono speciali strutture in cui è possibile incontrare, toccare e stringere le persone anziane delle case di riposo.

Da 10 mesi, a causa del Coronavirus,  non possono avere contatti con i loro parenti. Questa decisione è stata presa per preservare la loro salute perché i sintomi del Covid19 possono essere più gravi con un’età avanzata. Questa lontananza ha però provocato negli anziani ospiti delle Case di Riposo un profondo senso di solitudine e di abbandono. Le condizioni di salute di alcuni sono addirittura peggiorate perchè spesso la migliore cura è stringere una mano, ricevere una carezza o un abbraccio.

LA NOTTE DI NATALE PORTA IN DONO LA \

Ora questo sarà possibile grazie a queste speciali stanze: strutture gonfiabili trasparenti con delle vere e proprie maniche da indossare per abbracciare, accarezzare o stringere le mani dei nonni. Queste stanze possono essere sanificate ogni volta dopo il loro utilizzo. Nell’Astigiano sono state allestite stanze degli abbracci nelle Case di Riposo di Cortanze, Montechiaro e ad Asti nell’ex Clinica San Giuseppe, gestita dalla cooperativa il Faro. Quest’ultima è stata ribattezzata “stanza delle emozioni”. Anche alla Casa di riposo di Asti sarà presto installata questa struttura che verrà pagata  dall’associazione di volontariato Con Te.

Finalmente molti nonni potranno ricevere di nuovo l’abbraccio di figli e nipoti e lasciarsi alle spalle un 2020 carico di sofferenza accogliendo con speranza l’inizio del nuovo anno.

Stanza degli abbracci govone