Nizza supera il picco della seconda ondata: il numero dei guariti supera quello dei positivi

“Abbiamo superato il picco, l’indice è in sensibile decrescita: non siamo ancora fuori dalla seconda ondata, ma gli ultimi dati rappresentano un forte segnale per la nostra comunità”. È con queste parole di speranza e di ottimismo che il sindaco di Nizza Monferrato, Simone Nosenzo, commenta la fotografia che emerge dal bollettino dei contagi in città.

Ad oggi il numero delle persone con l’ultimo tampone positivo si attesta a 126, mentre quello dei guariti sale a 133. In netta diminuzione il numero di persone ricoverate in ospedale (3) e di quelle in quarantena (26); i deceduti sono 21. I tamponi effettuati in settimana sono stati 175, “indice che lo screening sul territorio viene fatto in modo importante” puntualizza Nosenzo, che aggiunge: “La nostra più grande preoccupazione restano le RSA e le RA, ma stiamo lavorando alacremente affinché anche gli ospiti di quegli ambienti possano riscontrare una maggior tranquillità. Ci conforta infine sapere che, sulla base delle telefonate effettuate da parte della segreteria alle persone risultate positive, nella maggior parte dei casi i sintomi gravi durano pochi giorni e in generale non danno adito a serie complicazioni. Anche se ci stiamo avvicinando sempre più alla zona gialla, il mio accorato appello alla popolazione resta quello di attenersi alle disposizioni sanitarie e di non abbassare la guardia proprio ora che si vedono i frutti dei sacrifici collettivi”.