Quantcast

La mostra LiberaIdee fa tappa alla Scuola media di Moncalvo: contro le mafie per “Coltivare l’oggi per far crescere il domani”

Continua il “tour” dei pannelli di LiberaIdee, mostra itinerante iniziata nel gennaio del 2019, nati dalla collaborazione tra Libera Coordinamento provinciale di Asti e la fumettista astigiana Elena Pianta.
Presentati presso la sala Pastrone di Asti i quattro pannelli sono stati esposti presso l’Ospedale Cardinal Massaia di Asti, il palazzo comunale, il tribunale di Asti e l’Uni-Astiss Polo Universitario Asti Studi Superiori “Rita Levi Montalcini”.

“Grazie alla disponibilità ma soprattutto alla sensibilità dell’amministrazione comunale di Moncalvo egregiamente rappresentata dal sindaco Christian Orecchia” commentano i responsabili dell’iniziativa. La mostra completa è da alcuni giorni in esposizione presso la Scuola Media di Moncalvo, via Abele Truffa. Così il sindaco esprime la propria vicinanza all’iniziativa: “Sono davvero felice che Libera ci abbia chiesto di ospitare questi bellissimi pannelli. Quando me l’hanno proposto ho subito pensato alle nostre scuole. Quale posto migliore perché possano essere visti quotidianamente dalle nuove generazioni”.

“Consideriamo la decisione di accogliere i pannelli proprio a Moncalvo come la conferma di sodalizio con Libera coordinamento Asti, già fortemente sentito nel progetto Cascina Graziella in frazione Santa Maria, bene confiscato alle mafie. Presto una parte sarà impiegata attivamente a fine sociale. Se pensiamo che mafia sia solo una parola “da grandi” non dimentichiamo che formare le nuovi generazioni, aprendole alla conoscenza ed alla consapevolezza dei problemi ed ai pericoli della società è forse il modo più efficace per muoversi verso un futuro migliore.” – concludono i responsabili di Libera Asti che ricordano il motto delle loro attività: “Coltivare l’oggi per far crescere il domani”.

liberaidee moncalvo