Quantcast

Politiche Sociali, più visibilità per la “Carta dei Diritti del Fanciullo”

Sul web e social media i principi fondamentali per la tutela dei bambini e degli adolescenti come presupposto necessario ad assicurare a loro una vita di qualità e di benessere

In occasione del 31° anniversario della Convenzione Onu, sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’Assessorato alle Politiche Sociali – Servizio famiglia, minori, adulti e Segretariato sociale – Unità minori, insieme al Garante dei diritti dell’Infanzia di Asti e il Nodo Antidiscriminazioni provinciale di Asti, hanno sentito la necessità di diffondere attraverso web o social media, la conoscenza dei principi fondamentali per la tutela dei bambini e degli adolescenti come presupposto necessario ad assicurare a loro una vita di qualità e di benessere.

Nell’adozione delle misure di contenimento della pandemia da coronavirus, occorre ancora di più proteggere e rispettare i diritti dei più piccoli, incrementando l’informazione sulla “Carta dei diritti del fanciullo”, per porsi in continua riflessione e trovare in essa riferimenti che orientino le nostre azione a favore dei minori, dichiarano il Sindaco Maurizio Rasero e l’Assessora Mariangela Cotto.

#oltre il 20 novembre