Io ci metto la faccia ! Un viaggio con i Bio-agricoltori: Azienda agricola Naldi video

Conclusa la prima serie di video narrazioni sul mondo del biologico della rubrica Il Bio secondo noi in collaborazione con la Cooperativa della Rava e della Fava, ecco che inizia una nuova serie che andrà a focalizzare una serie di aziende agricole storiche biologiche e biodinamiche.

La serie di video ha come titolo Io ci metto la faccia! Un viaggio con i nostri Bio-agricoltori.

AZIENDA AGRICOLA NALDI – COMACCHIO( FERRARA)

I semi sono un patrimonio dell’umanità, e per questo vanno protetti e valorizzati: infatti, in essi è racchiuso tutto il futuro della vita.
Oggi quasi tutti i semi sono ibridi, cioè frutto di una selezione, per garantire una certa costanza di caratteristiche (forma, calibro e sapore) e anche una resa per ettaro che assicuri la sostenibilità economica dell’azienda agricola.I semi ibridi, quindi, sono molto importanti per tutte le aziende agricole, ma si sta anche acquisendo la consapevolezza che la loro gestione è finita in mano a poche aziende sementiere a causa degli investimenti richiesti per il loro sviluppo e la loro selezione.
Per questo bisogna cercare garanzie per un futuro dell’agricoltura svincolato dalle poche grandi aziende sementiere, magari le stesse attive nel settore Ogm.
Gli ibridi hanno, inoltre, ridotto il peso di molte antiche varietà locali perfettamente adattate a territori specifici. Per questo noi di NaturaSì, insieme ai nostri produttori abbiamo iniziato a cercare delle alternative che riducano la dipendenza dagli ibridi, senza però mettere a rischio l’attività delle aziende agricole.
Il progetto sulle sementi non ibride è partito con le carote coltivate nell’Azienda agricola Naldi.
Dopo le carote, l’intenzione è di estendere progressivamente il progetto ad altre colture.

COOPERATIVA DELLA RAVA E DELLA FAVA