Quantcast

Asti, presentato al Prefetto dal presidente dell’Ordine dei Medici un progetto per ridurre i ricoveri ospedalieri per Covid

Il Prefetto Alfonso Terribile ha ricevuto stamane la visita del Presidente dell’Ordine provinciale dei Medici, dr. Claudio Lucia, che ha inteso evidenziare alcuni aspetti legati alla gestione dell’emergenza epidemiologica da coronavirus, la cui recrudescenza rende ancor più urgente l’individuazione di adeguate soluzioni per gestire al meglio l’incremento del numero dei casi di contagio.

Nel corso dell’incontro il dr. Lucia ha sottolineato l’esigenza di accrescere le disponibilità di posti letto ospedalieri e, al contempo, ha illustrato un innovativo progetto, già sperimentato con successo in altre realtà, in grado di ridurre il numero dei ricoveri attraverso una presa in carico domiciliare del paziente covid-positivo.
Il modello prospettato consiste nell’attivazione di apposite Unità mobili multidisciplinari, composte da infermieri e medici specialisti dotati di ecografo polmonare, in grado di effettuare la visita presso il domicilio di coloro che vengono individuati dal medico curante come casi di “sospetto covid”, effettuandone la diagnosi e impostandone la terapia.

Il Prefetto ha auspicato che, stante la rapida e crescente diffusione dell’infezione, tale soluzione possa essere presto utilmente impiegata in ambito locale, in modo da contribuire ad alleggerire la pressione sui reparti ospedalieri e le conseguenti ricadute sulla complessiva tenuta del sistema sanitario astigiano.
Nel condividere le preoccupazioni espresse, il Prefetto ha evidenziato che proprio oggi un team delle Forze Armate è arrivato ad Asti per allestire, all’esterno dell’ingresso del Pronto Soccorso dell’Ospedale cittadino, tre tende che concorreranno nell’attività di triage, con possibilità di trasformarsi, all’occorrenza, in un’area di osservazione breve dedicata ai pazienti.

In occasione della imminente entrata in vigore di nuove, più restrittive disposizioni governative, il Prefetto ribadisce, ancora una volta, l’importanza di continuare ad osservare scrupolosamente tutte le note misure precauzionali finalizzate a contenere il contagio, rivolgendo nuovamente un appello alla cittadinanza affinché ciascuno mantenga alta l’attenzione in ogni ambito della vita quotidiana