Quantcast

Quarant’anni di Museo Arti e Mestieri di Cisterna d’Asti: passato e futuro di un progetto culturale

Un altro importante appuntamento al Castello di Cisterna, forse il più importante perché ha reso possibili anche tutti gli altri che ci sono stati in questi anni.

Il Museo Arti e Mestieri di un Tempo entra negli “anta” e merita qualcosa di bello.
Domani, mercoledì 14 ottobre, alle 18 verrà festeggiato con l’ incontro “Na stòira Bela… Quarant’anni di Museo: passato e futuro di un progetto culturale”. Piercarlo Grimaldi, Tiziana Mo, Samuele Olivetti, Oscar Pastrone e Lino Vaudano chiacchiereranno insieme di questo piccolo miracolo che ha preso vita nel corso di tanti anni di lavoro volontario, passione e, soprattutto, sana follia.

“In anni in cui spesso si dimenticano anche le cose più importanti, il Museo custodisce il cuore e anima di un paese e, nel corso del tempo, ha protetto dall’oblio oggetti, tradizioni, memoria e cultura – osservano i curatori del Museo –  Un serbatoio, però, che non è deposito ma giacimento capace di far nascere nuove idee, percorsi, una miniera di vita che si respira in ogni anfratto”.

Inaugurato il 5 ottobre 1980, non ha mai smesso di crescere e di stupire. Oggi ospita 6000 oggetti che sono ancora impazienti di farsi conoscere dai nuovi visitatori. Tutti coloro che decideranno che questo luogo magico merita fino all’ultima le sue quaranta candeline, è invitato a spegnerle arrampicandosi lungo una strada che sembra un nastro, un serpente, una curva, un incanto.

Un museo per ricordare, un museo da vivere, un museo per progettare e riprogettare il futuro di un territorio e della sua gente.
Per partecipare è necessario compilare il modulo QUI

L’incontro è valido per la formazione degli insegnanti di ogni ordine e grado ed è organizzato da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano d’ Asti, Fra production spa e Aimc di Asti.