Quantcast

Il trasporto ferroviario al centro nell’ultima conviviale del Lions Club Asti Host

Il trasporto ferroviario è stato protagonista nell’ultima conviviale del Lions Club Asti Host grazie alla presenza dell’esperto architetto astigiano Giovanni Currado, figlio del compianto ex socio docente universitario Lillo e dell’architetto Augusta Mazzarolli.
La serata, già ideata dalla past president Federica Oddone e piena sintonia col programma del nuovo presidente Massimo Cellino, si è concentrata sulla realtà delle comunicazioni su rotaia che, nel nuovo secolo, ha visto Asti pesantemente penalizzata in ogni direzione.

L’achitetto Currado, emerito conoscitore del trasporto ferroviario ed autorevole componente di varie organizzazioni regionali, si è soffermato sul corridoio 5 di respiro europeo, sul terzo valico verso il mar Ligure e sulle prospettive sempre più’ problematiche del collegamento di Asti con le vicine Alba, Casale Monferrato, Chivasso ed Acqui Terme.
Relativamente a Torino, costante riferimento astigiano sia per l’Alta Velocità che per la metropolitana, si aprono invece scenari incoraggianti. La nuova linea 3 della metropolitana (verrà inaugurata nel 2021) che intersecherà la stazione di Lingotto e servirà la futura Città della salute con le fermate Palazzo Vela e Regione Piemonte, sarà a soli 27 minuti di distanza ferroviaria da Asti, rendendo davvero incoraggianti i contatti astigiano-torinesi.