Quantcast

Casi di Covid nelle scuole astigiane: in quarantena anche una classe della Jona e una della media di Incisa Scapaccino

Da oggi operativo l'hotspot dedicata in Viale Pilone

L’aumento costante dei casi di positività al Covid 19 che si sta verificando in Italia non ha lasciato indenne il territorio astigiano.

Come emerge dai dati giornalieri comunicati dalla Regione Piemonte in Provincia di Asti si è passati dai 1984 positivi totali da inizio pandemia del 30 settembre ai 2146 di ieri, lunedì 12 ottobre, con un incremento di 162 unità. Numeri che da un lato sono un segnale della circolazione del virus, che bisogna contrastare con il massimo rispetto delle normative a partire dal corretto utilizzo della mascherina, ma che, a differenza di quanto accaduto in primavera, sono anche un segno di una migliorata procedura di tracciamento, con l’esecuzione di molti più tamponi, come dimostra l’alta percentuale di asintomatici riscontrata.

L’aumento dei positivi ha inevitabilmente toccato anche le scuole, riaperta da circa un mese, anche se ad oggi non si segnalo focolai in nessun istituto astigiano con il solo caso della scuola elementare di Montafia chiusa, mentre in tutti gli altri casi si segnalano singole classi in quarantena, ma per gli altri studenti le lezioni proseguono regolarmente.
Alle due classi della scuola elementare Dante di Asti, una classe della media Brofferio e una della media Martiri, si sono aggiunte negli ultimi giorni una classe alla Jona di Asti e una della scuola media di Incisa Scapaccino.

Proprio per poter aumentare il numero dei tamponi e poter controllare tutti gli studenti delle classi in quarantena, al fine di poter far ripartire le lezioni, è operativo da questa mattina, martedì 13 ottobre, in Viale Pilone presso l’area dell’ex macello comunale, il nuovo hotspot dedicato alle scuole per il servizio tamponi per sospetti casi positivi al Covid-19; la struttura messa a disposizione dal comune è stata inaugurata questa mattina dal Sindaco di Asti, Maurizio Rasero, insieme al Commissario Asl AT, Giovanni Messori Ioli (sotto il video in cui viene spiegata la procedura per accedervi)

L’hotspot sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 15.00, ed il sabato dalle 10.00 alle 12.00. La domenica, solo per casi urgenti, si potrà comunque far riferimento alla postazione
dell’ospedale cittadino (ingresso da via Pertini, dalle 10.00 alle 12.00).
Anche in Viale Pilone, come al Massaia, la modalità sarà quella dell’accesso in auto (“drive-in”), seguendo il percorso indicato a partire dall’ingresso e restando in auto in attesa del proprio turno.
Studenti e personale scolastico potranno recarsi a fare il tampone una volta consultato il proprio pediatra o medico di famiglia, che provvederanno a caricare sul portale regionale dedicato al Covid-19 i dati dei soggetti cui verrà eseguito il test.
Si raccomanda di seguire sempre questa procedura e di non presentarsi spontaneamente senza essere stati prenotati dal proprio pediatra o medico di famiglia.

Oltre che nel capoluogo, sono attive sul territorio astigiano altre due postazioni: Casa della salute di Canelli (da lunedì a venerdì, dalle 12.00 alle 13.30) e Casa della salute di Villafranca d’Asti (da lunedì a venerdì, dalle 12.30 alle 14.00), che assicurano l’accesso a scuole, prenotati Sisp e cittadini di rientro dall’estero.