Stirare? Ecco le regole per farlo al meglio

Più informazioni su

Non tutti la amano, anzi, l’arte di stirare ha ben pochi estimatori e rappresenta più un onere che un piacere. Per la precisione, un onere anche mediamente complesso in quanto imparare a stirare bene, soprattutto alcuni capi (si pensi ad esempio alle camicie) è tutt’altro che immediato.
Esistono scuole di pensiero varie e trucchi più o meno utili che vengono spesso citati su questo tema: quali sono i metodi più efficaci per venire a capo della famigerata pila di panni da stirare? Vediamo alcune indicazioni che possono essere utili.

Avere l’attrezzatura adatta

per quanto possa sembrare scontato, parte tutto dalla scelta della attrezzatura. Ferro da stiro, o in alternativa la pressa, ed asse da stiro. I primi due strumenti si differenziano per utilizzo: le presse sono più semplici, possono essere utilizzate su ogni piano in quanto non hanno bisogno del tradizionale asse da stiro.
Avere quindi a casa la giusta attrezzatura è il primo step; che deve essere poi seguito dall’essere in grado di utilizzarla nel modo corretto, soprattutto con riferimento al ferro da stiro visto che può fare anche danni se non impostato correttamente.

Inumidire leggermente il bucato

Altro consiglio, forse un po’ vecchio stile: prima di iniziare a stirare è bene inumidire leggermente i panni. Con il tradizionale spruzzino, integrato spesso nel ferro o anche esterno. ciò consentirà al ferro stesso di scivolare meglio evitando inoltre brutte sorprese legate alla temperatura eccessiva.

Evitare movimenti circolari con il ferro

Un errore che spesso viene fatto: si stirano i capi procedendo con movimenti circolari. Il che può causare problematiche quali l’allungamento del tessuto. Meglio procedere per linee dritte. Evitare anche di passare troppo su bottoni o su scritte e stampe, potrebbero sciogliersi e macchiare l’indumento.

Attenzione alla manutenzione

Eseguire una buona manutenzione del ferro da stiro è un lavoro più che consigliato per garantirne il corretto funzionamento ed evitare di doverlo cambiare presto. Ecco allora che una volta ultimato il lavoro è bene far riscaldare il ferro e svuotarlo completamente dell’acqua ancora presente, così da evitare la formazione eventuale di calcale. Inoltre, periodicamente può essere utile pulire il ferro da stiro per rimuovere eventuali incrostazioni. Operazione che può essere portata a termine con un anticalcare, un decalcificante o anche con semplice aceto bianco.

Più informazioni su