Mercato della Juventus: acquisti, cessioni, obiettivi e trattative in corso

Più informazioni su

Il mercato della Juventus sta facendo fatica a prendere forma soprattutto a causa di troppi giocatori che non hanno brillato e devono essere ceduti, ma che apparentemente nessuno vuole acquistare. E le pressioni della lista Champions da 25 giocatori, di cui 4 cresciuti nel vivaio aumentano ancora di più le preoccupazioni, dato che negli ultimi anni la squadra si era ritrovata ad iscrivere giocatori della primavera per completare l’elenco.

A tutto questo si aggiungono anche alcuni piccoli intoppi di contratto con quei giocatori che dovrebbero essere una certezza, come Paulo Dybala, che insieme al procuratore ha presentato una richiesta da 20 milioni di euro, anche se è probabile che la società chiuderà la trattativa sui 12 più bonus.

Dai piani alti arrivano anche delle voci su un certo Paratici in Inghilterra che cerca di riportare in Italia una vecchia conoscenza. Si è parlato di Paul Pogba, ma anche di Mosè Kean, che all’Everton non ha spiccato e potrebbe rinforzare l’attacco anche in vista dei numerosi impegni tra partite di campionato, Coppa Italia e Champions League. La plusvalenza già ottenuta con la vendita dell’anno scorso potrebbe quindi rappresentare il motore per un ulteriore acquisto, una scommessa simile a quelle accessibili su www.spikeslot.com, che già fa discutere i tifosi anche se lontana dall’essere ufficializzata.

Come sta andando per ora il mercato della Juventus?

juventus repertorio 2020

Il mercato della Juventus non ha ancora brillato più di tanto. La società ha siglato la cessione di Matuidi, su volontà del giocatore, verso l’Inter Miami, squadra in cui è probabile che porrà fine alla sua carriera. Inoltre, è stata ufficializzata la vendita-scambio di Pjanic verso il Barcellona, con il conseguente arrivo di Arthur, anche se a causa di un incidente in auto in stato di ebrezza prima dell’arrivo a Torino ha già attirato delle critiche.

Ripreso dal prestito al Parma anche Kulusevsky, necessario per ringiovanire la rosa e abbassare la media. Da 29 anni di media, infatti, la Juve scende a 27, che è comunque molto più elevata rispetto alla maggior parte delle squadre in europea che puntano maggiormente sui vivai e non su giocatori già consolidati. Il terzo e ultimo acquisto per ora è McKannie, centrocampista di peso dallo Schalke 04 che corre per due e recupera palloni in un modo che ricorda i primi anni di Vidal, anche se è ancora presto per poter fare un paragone.

Rimane ancora la questione Higuain. Il giocatore deve andare via, come accordato con la società, tuttavia non è ancora stata trovata una squadra disposta a pagare lo stipendio desiderato. Khedira, invece, a causa dell’infortunio è probabile che resterà ancora nella rosa in attesa che si riprenda fisicamente. Probabile anche almeno una partenza tra Rabiot e Ramsey, due giocatori che non hanno brillato durante la stagione, anche perché non realmente in sintonia con il gioco di Sarri.

E parlando di Sarri, l’ex allenatore esonerato ha ancora un contratto da due anni per un totale di 12 milioni netti che difficilmente lascerà andare anche se la Juventus sta facendo pressioni per la rescissione, in modo da non doverlo pagare per stare a casa.

 

Più informazioni su