Quantcast

La Provincia di Asti e il Sole 24 Ore promuovono il territorio astigiano

La Provincia di Asti ha realizzato uno speciale dedicato alla promozione e valorizzazione del territorio astigiano pubblicato sulla rivista “Italia Più – La rivista dei Comuni e del Territorio” distribuita in edicola e in Direct email con il Sole 24 Ore, che illusta le realtà più autorevoli del nostro Paese con un servizio per il mese di settembre alle province di Asti, Biella, Vercelli e Novara.

L’ente da anni sta lavorando intensamente alla promozione del territorio – dichiara il presidente della Provincia di Asti Paolo Lanfrancoesaltandone i borghi, le terre coltivate a vigneto, la storia e le tradizioni, non soltanto a livello nazionale come ha dimostrato il riconoscimento a patrimonio dell’Umanità dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, prova più evidente e più prestigiosa. La realizzazione di questa campagna editoriale, prodotta in sinergia con i maggiori Comuni della provincia, enti di promozione del territorio e dei prodotti tipici locali e realtà imprenditoriali, ha permesso di sviluppare un’efficace azione di valorizzazione e conoscenza del patrimonio astigiano. E’ nostro interesse essere competitivi, ampliare e arricchire la promozione turistica sotto ogni aspetto – continua Lanfrancoallo scopo di incrementare il turismo ed essere di stimolo per nuovo tessuto imprenditoriale”.

Abbiamo sostenuto la proposta editoriale con entusiamo – aggiunge il vicepresidente della Provincia Francesca Ragusa, con delega ai Servizi di Area Vasta e rapporti con i Comuni – elaborando un contenuto informativo veloce ed esaustivo che consente agli untori di avere una prospettiva del nostro territorio, finalizzata a incrementare l’afflusso di visitatori e di turisti. Facciamoli sentire a casa, in un territorio unico per tipicità!

L’editoriale vuole essere un report di impulso, in collaborazione con i Comuni e gli altri enti territoriali, sulla ripresa socio-economica di tutto l’astigiano, terra operosa e ricca di eccellenze.

La pubblicazione è interamente sfogliabile e scaricabile online consultabile al sito italiapiu.net