Quantcast

Il Chicco di Caffè di Soglio cambia gestione: Teodoro Sozio e Antonietta Gentilella passano il testimone

Teodoro Sozio, ristoratore, con la moglie Antonietta Gentilella, cuoca sopraffina, di Montechiaro d’Asti, titolari del ristorante Chicco di Caffè di Soglio dal 1993, passano il testimone.

La storicità del ristorante la racconta Ernestino Rebaudengo: “La gestione del ristorante è stato caratterizzato in questi anni dall’intelligenza e dinamismo culinario, creando quell’atmosfera di cordialità e partecipazione alle specialità della cuoca Antonietta quali: il frutto misto alla piemontese, del pesce e della pizza… un’oasi del gusto del nord astigiano, frequentato oltre che dagli artisti, in quanto per decenni Teodoro è stato un ristoratore-mecenate dell’arte contemporanea, contribuendo con le sue manifestazioni d’arte annuali e mercatini d’antan a far nascere una tradizione artistica-culturale in uno dei paese più piccoli dell’astigiano ponendo l’attenzione dei mass media su questi luoghi che hanno poche occasioni di visionare opere d’arte.

Teodoro Sozio è stato un ristoratore di rara sensibilità, lungimirante nelle scelte, capace di dar vita ad esperienze creative che hanno scritto per decenni pagine importanti ed uniche di storia culturale, fine non solo a se stessa ma occasione culturale del territorio, patria dell’eccellenza della gastronomia astigiana, favorendo un’ambiente ideale ed accogliente per amanti dell’arte e del gusto, in cui ritrovarsi, discutere… battaglie a colpi di pennello e… forchette…. e scambiare opinioni ed esperienze, ma anche per celebrare successi, festeggiamenti, ricorrenze…naturalmente…il mangiare bene e genuino è sempre stato il leit motif dei titolari del ristorante.”

In quest’atmosfera di cordialità e partecipazione, da renderlo rinomato nel tempo da molti avventori dell’interland torinese e milanese, il ristorante è stato visitato oltre che dagli artisti anche da personalità, “tra le quali anche dal cardinal Angelo Sodano in visita al suo compagno di studi don Luigi Boeri, parroco di Soglio.”

“Ora il testimone è passato ai nuovi gestori Fabrizio Lamberti e Alessandra Varotto, di Camerano Casasco, che proseguono l’attività con la stessa determinazione e passione dei fondatori, non ci resta che augurare …lunga vita e buon lavoro.”