Quantcast

Domenica porte aperte in quattro splendide dimore storiche nell’Astigiano

Il 4 ottobre aprono al pubblico le dimore storiche di Piemonte e Valle d’Aosta, autentico museo diffuso sul territorio
Ville, castelli, palazzi, parchi ed una vigna storica. Ben 27 le proprietà di Piemonte e Valle D’Aosta che danno vita alla inconsueta edizione autunnale della 10.a Giornata Nazionale ADSI, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, torna quest’anno domenica 4 ottobre, per la prima volta in versione autunnale.
Un’edizione che festeggia il decennale, premiato con medaglia del Presidente della Repubblica. Quest’anno si arricchisce della collaborazione con la Federazione Italiana Amici dei Musei e con l’Associazione Nazionale Case della Memoria. La Giornata ADSI Piemonte e Valle d’Aosta ha anche ricevuto il sostegno di Reale Mutua e il Patrocinio della Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti, Cuneo e Novara.

Ventisette le dimore visitabili in Piemonte e Val d’Aosta, alcune alla loro prima Giornata Nazionale. Nell’Astigiano sono aperti nel centro storico d’Asti il medievale Palazzo Gazelli, dalla imponente torre che, secondo alcuni, ha ispirato le fattezze del depositi di Paperon de’Paperoni a Carl Barks, fumettista della Walt Disney; il Castello di Calosso che preserva i tratti originari del Mille e i bastioni cinquecenteschi e quello di Montemagno, il castello più grande del Piemonte, abitato per oltre 10 anni da Federico Barbarossa; e Tenuta Alfieri di Sostegno a San Martino Alfieri, dimora barocca su una preesistente fortezza medievale.
Ognuna, fra scampoli di storia e aneddoti raccontati dai rispettivi proprietari, ripercorrerà le vicende che l’hanno vista protagonista, offrendo in molti casi anche piccoli eventi collaterali, degustazioni di vini o di prodotti delle aziende agricole ad esse connesse, così da intercettare gli interessi di un pubblico di ogni età.
Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza vigenti quest’anno è pero necessario prenotare la propria visita.

“In un anno così complesso è stato deciso di rinviare per la prima volta all’autunno la Giornata Nazionale, evento per noi estremamente importante per la sensibilizzazione sull’importanza che hanno le Dimore Storiche vincolate per il patrimonio storico artistico italiano – dichiara Alessandro Gosztonyi – Presidente ADSI Sezione Piemonte e Valle d’Aosta – È triste constatare come nessuno dei piani di recupero previsti ci aiuti a preservare integro questo patrimonio, quando noi proprietari, con l’atto di vincolo imposto dallo Stato, siamo obbligati alla salvaguardia di questi beni monumentali senza avere in cambio nessun tipo di supporto. Senza contare che il loro mantenimento può salvare, in particolare in questo delicato momento economico, piccole imprese ed artigiani, nonché aprire nuove prospettive ai giovani”.

La Giornata Nazionale infatti vuole ricordare e ringraziare anche artigiani, restauratori, giardinieri, tutte le maestranze che localmente affiancano i proprietari nel difficile compito di preservare le rispettive dimore storiche, gli arredi, e i giardini storici. “Un bene storico non è solo una ricchezza per il proprietario ma per tutta la collettività che la vive anche indirettamente – continua Gosztonyi ed aggiunge – un palazzo vincolato in centro storico giova che sia in buone condizioni sia al proprietario sia a tutta la cittadinanza, compresi gli esercizi commerciali del circondario. È un’ opportunità mancata che nessuno dei piani di recupero previsti (bonus facciate e bonus 110) tenga conto che i vincoli che insistono su questi beni rendono inusufruibili i Bonus ad oggi deliberati.”

La Giornata Nazionale ADSI di domenica 4 ottobre permetterà ai visitatori di accedere gratuitamente dalle 10,30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17,30. Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza, distanziamento e sanificazione vigenti, quest’anno, in molte dimore, è necessario prenotare la propria visita. Tutte le informazioni relative a orari, modalità di apertura e di prenotazione delle singole dimore sono disponibili sul sito di ADSI cliccando QUI.