Assicurazione auto e digitale: le novità dopo il Covid-19

Effetto Coronavirus ed emergenza sanitaria: niente più file e attese, arrivano i servizi online per le assicurazioni.

Più informazioni su

In base a recenti indagini, il nuovo trend legato al mercato delle polizze assicurative per l’auto è quello di rivolgersi sempre più alle offerte – ora disponibili e sempre più accessibili – per acquistare un’assicurazione online. Il mercato digitale non è una novità per il settore delle assicurazioni, ma di certo il nuovo contesto dettato dall’emergenza sanitaria e dalle necessità che ne sono conseguite ha imposto nuove abitudini di acquisto. I consumatori, infatti, hanno iniziato a rivolgersi ai servizi offerti online nel momento in cui è iniziato il lockdown: un fenomeno dapprima circoscritto quasi interamente alle zone d’Italia in cui il virus ha scatenato i primi focolai, poi – dal momento in cui la quarantena è stata estesa a tutto il suolo nazionale – ovunque è stato registrato un massiccio ricorso al canale del web per sottoscrivere, rinnovare o semplicemente informarsi sulle polizze assicurative.

D’altra parte, è ormai evidente che il Coronavirus ha cambiato molti aspetti della società e delle sue abitudini, e non finirà certo ora: le modifiche in corso sono molte e riguardano pressocché ogni ambito della vita quotidiana dei lavoratori e degli studenti, dei consumatori e dei produttori. Si sono modificate le abitudini alimentari e il modo di fare la spesa, è cambiato il modo in cui si lavora e gli stessi orari di lavoro, hanno subito delle trasformazioni anche le piccole abitudini quotidiane e le pratiche con cui si fa sport o si assecondano i propri hobby. Nel generale desiderio di normalità che ha seguito il lungo periodo di quarantena, restano tuttavia alcune abitudini – nel bene e nel male – acquisite quando una vera e propria alternativa non c’era affatto.

E così, anche il settore dell’auto e in particolare delle assicurazioni ha subito alcuni importanti cambiamenti. In base ai dati raccolti, a partire dal marzo di quest’anno, infatti, sono aumentati notevolmente i preventivi di assicurazione auto e moto effettuati online, ovvero sul sito delle agenzie di assicurazione, facendo registrare un aumento – già dalle prime settimane del periodo analizzato – di almeno il 25% rispetto allo stesso riferimento temporale nell’anno 2019. Si tratta di un dato che fa riflettere: gli italiani, costretti a casa ma non inoperosi, hanno sfruttato il tempo a propria disposizione per cercare le offerte più vantaggiose sul mercato, rivalutando la possibilità di cambiare compagnia, confrontando prezzi e stime e approfittando di consulenze online.

Ora che, seppur con una certa prudenza, le attività hanno riaperto, la mobilità è stata ripristinata ed è di nuovo possibile effettuare operazioni e scambi face to face, è il momento di capire se questi cambiamenti erano esclusivamente legati alla contingenza e alle necessità imposte dalla quarantena imposta al Paese, o se davvero qualcosa è cambiato nelle abitudini commerciali degli italiani. Va premesso, però, che la crisi non è affatto superata e che per molti è ancora necessario limitare al massimo gli spostamenti e organizzare la propria vita “da remoto”. Tra chi è tornato alla ricerca del contatto umano con figure professionali come assicuratori e intermediari e coloro che invece hanno sfruttato al meglio le possibilità di servizi online potenziati, è evidente che il trend continua a favorire il mercato digitale. Sebbene sia stata registrata una leggera flessione delle vendite e delle consulenze online dopo la graduale riapertura estiva, sono sempre di più gli italiani che decidono di rivolgersi a compagnie assicurative online o ai servizi “da remoto” offerti.

Questo trend è stato favorito dalle manovre del governo che ormai ben conosciamo, volte a limitare i danni della preoccupante crisi economica sopraggiunta insieme alla diffusione del virus e all’adeguamento delle misure per il suo contenimento. Hanno perciò influito positivamente sia i bonus e gli incentivi messi a disposizione per risollevare il mercato dell’auto, messo a dura prova dai mesi in cui l’allerta sanitaria era ai massimi livelli, sia le agevolazioni che vanno ad incidere direttamente sul sistema delle assicurazioni, come ad esempio le nuove modalità con cui è possibile ereditare la classe di merito di un proprio familiare, esplicitate dal provvedimento sull’RC auto familiare.

Molte compagnie assicurative, inoltre, hanno deciso spontaneamente di agevolare i consumatori con provvedimenti mirati e personalizzati, che hanno incanalato parte del traffico tradizionale sulle vendite online. Incentivando il mezzo digitale, infatti, si sono potuti aprire nuovi canali di comunicazione, al quale corrispondono nuove strategie di marketing e nuovi contatti. Alcune compagnie di assicurazione hanno proposto ai propri clienti di sospendere la propria polizza relativa alle vetture che non erano usate in quarantena, in modo da prolungare la scadenza dell’assicurazione di un numero di giorni pari alla sospensione. Questo è un provvedimento in linea con quanto previsto nel Decreto Legge per l’emergenza sanitaria da Coronavirus, il cosiddetto “Cura Italia”, e i suoi aggiornamenti, con il quale è stata prevista la possibilità di sospendere la polizza assicurativa fino al 31 luglio 2020.

 

Più informazioni su