Quantcast

Regione Piemonte, il pasticcio dei Voucher scuola e la proposta di cancellare la figura degli “idonei non vincitori”

“Siamo pronti ad un Consiglio lampo di pochi minuti da tenersi il 1 settembre, per modificare il bilancio regionale e dare copertura a tutti gli idonei del buono scuola” è il commento di Marco Grimaldi, Liberi Uguali Verdi all’errore sui Voucher (leggi QUI).

“Noi da sempre ci battiamo per evitare la figura indecente delle famiglie che risultano idonee ma che, per mancanza di fondi, non ricevono il buono scuola, un diritto riconquistato da anni per il diritto allo studio universitario – ricorda Grimaldi – Cirio, Lega e soci hanno bocciato più volte le nostre proposte di rendere obbligatorie le spese per finanziare i voucher scuola, nonostante questo sia l’unico modo per garantire a tutti gli idonei gli aiuti per libri di testo, trasporti, materiale didattico e, magari, anche un sostegno per i buoni mensa”.

“Alla luce di quanto accaduto ieri – prosegue Grimaldi – invece di riversare le colpe addosso alla struttura regionale e processare i funzionari che potrebbero aver commesso un errore, invitiamo l’Assessora a cogliere l’occasione e, attraverso una modifica al bilancio, garantire le risorse necessarie a coprire le spese scolastiche di tutte le studentesse e gli studenti che ne hanno diritto”.

Il Covid19 ha aggravato una situazione economica già complicata per molte famiglie piemontesi con un boom di domande per accedere agli aiuti scolastici, cresciute del 54,4%, passando dalle 58.648 dello scorso anno alle attuali 90.585.

“Il boom non ci ha stupito – conclude Grimaldi – Già da diversi mesi chiediamo innanzi tutto di coprire il 100% delle famiglie idonee, pertanto a settembre ci faremo trovare in Aula, pronti a votare la modifica di bilancio. Speriamo ci sia anche l’Assessora Chiorino”.