Quantcast

Lettere al direttore

Paolo Bassi: “Insieme possiamo cercare di ridurre i danni in caso di nuove avversità meteorologiche”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa e l’interpellanza urgente del consigliere Paolo Bassi relativo agli eventi temporaleschi avvenuti in questo mese.


A causa delle piogge torrenziali di lunedì 17 agosto Portacomaro Stazione è stata invasa nuovamente da acqua e fango.
“Purtroppo questi fenomeni estivi sono sempre più intensi e pericolosi e dopo il precedente evento temporalesco del 2 agosto questi nuovi allagamenti hanno generato seri danni a negozi, abitazioni, garage e strade”, afferma il consigliere del Comune di Asti Paolo Bassi, appartenente al gruppo di Fratelli d’Italia.
”Un sentito ringraziamento a Provincia e Comune di Asti per la solerte pulizia delle strade che dovrebbe concludersi in queste ore anche grazie all’importante aiuto dell’ASP.
Come referente territoriale, sentite le richieste d’aiuto di residenti e commercianti, ho deciso di presentare un’interpellanza urgente (qui di seguito) per cercare di spronare i soggetti competenti a trovare insieme delle soluzioni, anche coinvolgendo i proprietari terrieri.
Stiamo parlando di due eventi eccezionali che si sono verificati a 15 giorni di distanza e con volumi d’acqua pressoché incontenibili, ma sono certo che applicandoci tutti insieme possiamo cercare di ridurre i danni in caso di nuove avversità meteorologiche”.

INTERPELLANZA URGENTE

Alla C.A. dell’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Asti
e per conoscenza al Sindaco Rasero Dottor Maurizio e alla Sua Giunta comunale

PREMESSO CHE
purtroppo gli eventi atmosferici sono sempre più devastanti, visto l’aumento dei millimetri di pioggia che cadono sempre in minor tempo, soprattutto nei periodi estivi;
RILEVATO CHE
per i giorni 1, 2, 3 e 12 agosto la Provincia di Asti si è già adoperata nel richiedere lo stato di calamità a ristoro dei danni subiti da soggetti pubblici e privati;
ATTESO CHE
visti anche gli eventi eccezionali di lunedì 17 agosto 2020 non è escluso che lo stesso di cui sopra non possa essere esteso o nuovamente richiesto;
VISTI
gli allagamenti che hanno interessato la zona di Portacomaro Stazione, frazione del Comune di Asti, nei giorni 2 e 17 agosto 2020, creando nuovamente danni e difficoltà di apertura ad esercizi commerciali, abitazioni private e garage;
VISTA
la pericolosita’ dovuta a un vero e proprio fiume d’acqua sulla SP 457, con tutti i rischi di incidenti stradali del caso;
VALUTATO CHE
grazie al solerte e opportuno soprallugo da parte di componenti dell’Amministrazione del Comune di Asti si sta risalendo ad eventuali responsabilità dei privati per la mancata pulizia dei fossi, alla loro errata manutenzione ed altro;
CAPENDO ANCHE
che due eventi di tale portata non si erano mai visti a così breve distanza e che sarebbe opportuno iniziare a cercare soluzioni per prevenire i danni dovuti a tali fenomeni, che sono sempre più intense,

IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE DEL COMUNE DI ASTI PAOLO BASSI, APPARTENENTE AL GRUPPO COMUNALE DI FRATELLI D’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE

CHIEDE:
– se la Giunta del Comune di Asti, sentendo anche Provincia di Asti e la Regione Piemonte abbia già qualche ipotesi per risolvere il problema;
– se fosse opportuno ricorrere ad idonei e previsti contributi regionali, nazionali ed europei per cercare di reperire le necessarie economie, senza attingere da altri capitoli di bilancio;
– se non sia il caso di coinvolgere anche ASP per avere una precisa mappatura e cercare insieme idonee soluzioni al fine di evitare nuovi possibili danni a proprietà pubbliche e private.