Quantcast

Asti, in videoconferenza il tavolo istituzionale per esaminare la situazione del centro ricerche di Villanova d’Asti

Nel pomeriggio odierno, mercoledì 12 agosto, in modalità videoconferenza, il Prefetto di Asti ha presieduto il Tavolo istituzionale convocato, su richiesta del Sindaco del Comune di Villanova d’Asti, per esaminare la problematica concernente lo stabilimento della Officine Metallurgiche Cornaglia S.p.A., sito in località Brassicarda di Villanova d’Asti, a seguito della decisione, recentemente resa nota da parte dell’Azienda, di abbandonare il sito e trasferire i 42 lavoratori ivi occupati, dapprima a Grugliasco e successivamente a Villarbasse.

Alla riunione hanno partecipato il Presidente della Provincia, il Sindaco di Villanova d’Asti, l’amministratore della Società Officine Metallurgiche Cornaglia, nonché i segretari territoriali delle OO.SS. FIM CISL e FIOM CGIL unitamente ad alcuni rappresentanti dei lavoratori.

Nel corso dell’incontro, l’azienda ha motivato la decisione di trasferire i lavoratori del centro di ricerca nell’ottica di un avvicinamento ai centri in cui vengono sviluppati i processi innovativi, evidenziando, peraltro, che il processo sarà graduale ed avverrà in quattro steps, nel periodo intercorrente tra metà settembre e gennaio-febbraio 2021.
L’azienda ha manifestato la propria disponibilità ad individuare, anche attraverso successivi incontri, idonee soluzioni organizzative, che tengano conto delle specifiche esigenze dei lavoratori legati al territorio villanovese, assicurando loro le più ampie forme di flessibilità.

La Società ha, infine, fornito rassicurazioni circa l’intendimento di non abbandonare il territorio astigiano e di mantenere gli attuali livelli occupazionali che, anzi, potrebbero essere incrementati una volta completato il trasferimento nella nuova allocazione.