Quantcast

Serravalle, quarta settimana al Green Campus Bimbisvegli foto

Riceviamo e pubblichiamo.


“Per chiudere in gusto e bellezza. Termina oggi questo mese di campus estivo di scuola all’aperto.
Siamo insegnanti di una Piccola Scuola pubblica , accompagnamo le nostre bimbe e bimbi nel loro percorso di apprendimento e crescita scolastica, adottando la metodologia bimbisvegli.

Dopo quest’anno di forzato allontanamento e solitudine , spesso ansiogena, abbiamo organizzato questa esperienza di scuola all’aperto (seppur inquadrata come centro estivo in quanto non inserita nel piano di offerte formative istituzionali della nostra scuola) per recuperare relazioni, per consolidare ed approfondire apprendimenti , per introdurre argomenti con metodologie accattivanti,interdisciplinari e pratiche.

Abbiamo fatto un mese di “scuola per finta” ma proponendo chiaramente questa modalità come attuazione delle linee guida per la ripresa formale delle lezioni a settembre.

Scuola aperta diffusa e all’aperto, senza mascherature , in cui “l’altro” sia sempre un valore ed un regalo.
In questa quarta a settimana abbiamo viaggiato nella storia e nella geografia vivendo le avventure dei beduini a cavallo dell’ X XI secolo.

Oggi partiremo per l’ultimo giorno di cammino, verso il termine delle attività e l’inizio di un nuovo percorso .
Abbiamo imparato sai beduini del deserto che in carovana ognuno sa essere prezioso per qualcosa e contemporaneamente di poter contare sugli altri. Non si viaggia mai nel deserto da soli!

È così oggi ” cammineremo dove non ci sono strade tracciate, i nostri passi conosceranno la terra… arriveremo dove non saremo aspettati e sentiremo di essere attesi da sempre, incontreremo l’altro è negli altri troveremo specchio di noi stessi”
Partiamo e quando arriveremo,  festeggeremo il viaggio e l’incontro con i genitori con una festa beduina.

La mamma di Amir e Roghia ha decorato le mani di tutti con segni e simnoli tradizionali mediorientali.
Lo chef Cumalè ci insegna alcune ricette tipiche : hummus, pollo alla brace con riso al curry datteri e fichi secchi, pane alla curcuma, cous cous di verdure!

Un segreto curioso: sapete perché le ricette mediorientali non usano carne di maiale e sono piuttosto speziate?
Si tratta di una ragione igienica.

In quelle aree fa piuttosto caldo e gli alimenti possono andare a male molto facilmente. Così a presenza di spezie antibatteriche come aglio e cipolla, alloro e coriandolo aiutano a mantenere bassa la carica batterica nei cibi , specialmente nelle carni. La carne di maiale, sarebbe particolarmente soggetta ad andare a male perché più grassa di altre, e questa sua particolare composizione la rende particolarmente pesante per climi caldi. Anche il piccante è usato per regolare la termoregolazione così come il te caldo bevuto regolarmente , aromatizzato con la menta.

Prima di incamminarsi ci fermiamo all’alambicco solare che avevamo preparato il giorno prima e…. MERAVIGLIA….FUNZIONA : nel contenitore interrato si sono condensata alcune gocce d’acqua . ABBIAMO ESTRATTO ACQUA DALLA TERRA.

http://www.bimbisvegli.net/weblog/archives/2980

Partiamo e arrivati a Briccalone iniziamo a preparare tutto per la festa.
All’orario prestabilito arrivano i genitori alla spicciolata, riunendosi, ciascun ai loro bambini sedendosi distanziati sull’erba per assistere alle articolate animazioni curate da Giovanni Mancaruso con le quali ogni tribù ha potuto mettere in scena la sintesi dei punti salienti del percorso storico, matematico, narrativo, scientifico sviluppato durante il mese.”

Giampiero Monaca