Fratelli d’Italia: “Asti e il contributo a fondo perduto per le imprese”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia


La sezione provinciale di Fratelli d’Italia vuole rendere nota una importante iniziativa dell’Amministrazione Comunale e in particolar modo del Sindaco Maurizio Rasero e del Vicesindaco Marcello Coppo, esponente in giunta di Fratelli d’Italia.
L’azione posta in essere parte da alcuni atti che sono stati emanati dall’Agenzia delle Entrate e dalla Regione Piemonte e più precisamente quanto segue.

Con la circolare 22/E del 21 luglio 2020, specificatamente al punto 5.2, l’Agenzia delle Entrate confermava la possibilità per i soggetti economici con sede operativa o domicilio in comuni colpiti da eventi calamitosi per i quali sia stato dichiarato e fosse ancora in corso lo stato di emergenza alla data della dichiarazione dello stato di emergenza Covid-19.
In merito al territorio piemontese, la circolare ha citato espressamente soltanto i comuni della Provincia di Alessandria per gli eventi calamitosi del 19 e 22 ottobre 2019 e non anche dei comuni della Provincia di Asti (tutti) per l’evento calamitoso del 21-25 novembre 2019 per il quale la Regione Piemonte, con ordinanza commissariale n.1/A18.000/615 del 17.01.2020, ha esteso gli effetti dello stato di emergenza appunto a tutti i comuni della Provincia di Asti.

Siccome più professionisti hanno informalmente espresso il loro parere in merito al fatto che i soggetti economici, con sede operativa o domicilio nei comuni della Provincia di Asti (al momento della prima dichiarazione di emergenza), ricadono nella possibilità di richiedere il contributo a fondo perduto previsto dall’art.25 DL RILANCIO a prescindere dal calo del fatturato, in data 28 luglio 2020, Il Sindaco Maurizio Rasero e il Vicesindaco, con delega alle Attività Produttive, Marcello Coppo hanno indirizzato alla Direzione Regionale e Provinciale dell’Agenzia delle Entrate un quesito per poter mettere a disposizione di professionisti, imprese e associazioni di categoria una espressa presa di posizione in merito dell’ente tributario.

Su sollecitazione del Vicesindaco Marcello Coppo, il Sindaco Maurizio Rasero ha ritenuto importante garantire la certezza di interpretazione di una norma che, per come è scritta, pare possa garantire un contributo alle attività economiche del territorio. Per i soggetti interessati infatti è importante avere la certezza di non ricadere in eventuali sanzioni causate da interpretazioni o fumosità del testo, una espressa interpretazione dell’Agenzia delle Entrate in merito sarebbe un buon segnale di trasparenza amministrativa e vicinanza dello Stato a categorie fortemente colpite dagli ultimi tragici eventi.

Avendo ricevuto sollecitazioni da più professionisti, oltre che ritenendo per convinzione personale e professionale, che i comuni della Provincia di Asti ricadono nei territori che possono usufruire della facoltà di cui all’art.25 comma 4 DL Rilancio (contributo a prescindere dal requisito del calo di fatturato), il Vicesindaco Marcello Coppo è convinto che una dichiarazione espressa dell’Agenzia delle Entrate in merito permetterebbe a più soggetti coinvolti di poter richiedere il contributo previsto, proprio perché avrebbero la certezza che a loro spetta. Più fondi sul nostro territorio, più ossigeno per le attività economiche.

Si esprime pertanto grande soddisfazione per l’azione al servizio delle esigenze concrete della cittadinanza che Fratelli d’Italia porta avanti con competenza e determinazione. Siccome la scadenza per chiedere il contributo è prevista per il 13 agosto 2020, riteniamo necessaria e obbligata una risposta immediata dell’Amministrazione Finanziaria dello Stato