Quantcast

Lettere al direttore

“Come verranno stanziati ad Asti i fondi per le scuole erogati dallo Stato dopo la nota del MIUR?”

Riceviamo e pubblichiamo


Nella nota del 17 Luglio del MIUR giunta nelle scuole e dal titolo “Poteri del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 in relazione all’a.s. 2020-2021. Rilevazione dei fabbisogni di banchi monoposto, sedute standard e sedute didattiche di tipo innovativo”, si definiscono ruoli e tempi per l’approvigionamento dei banchi in modo da adempiere alle misure di distanziamento in merito alla ripresa dell’anno scolastico.
Recentemente come minoranze abbiamo appreso del censimento dei banchi da parte del Comune di Asti nelle Commissioni unite Lavori Pubblici e Istruzione. In tale commissioni è stato annunciato l’utilizzo di parte del Pon di 400 000 euro destinato al Comune, per l’acquisto di banchi e arredi scolastici al fine di adempiere alle norme sul distanziamento e alla riapertura delle scuole.
Tale quota destinata a tale scopo è stata annunciata in 100 000 euro, mentre 300 000 euro sono stati annunciati per l’edilizia leggera.

Come minoranza abbiamo deciso di collaborare segnalando le variate competenze in merito all’acquisto dei banchi, chiaramente già emerse da alcune settimane e chiare con la nota del 17 luglio, la quale chiarisce che le competenze relative all’acquisto di banchi sono parte nei Poteri del Commissario Arcuri.
Sapendo di alcune difficoltà di alcune scuole dal report fatto dagli Assessori e conoscendo la situazione di molte scuole, abbiamo deciso di scrivere un’interpellanza al fine di stimolare l’investimento dei 100 000 euro, non più destinabili a arredi, a integrazione di quelle scuole con maggiori difficoltà e meno interessate a interventi già previsti.

Considerato che dalla precedente commissione congiunta Istruzione e Lavori Pubblici risultano ancora problematiche le situazioni delle seguenti scuole: Domenico Savio, Baracca, Ferraris, Baussano, Cagni, Lajolo, Pascoli, Parini, Frank, Rio Crosio, Brofferio, Cpia 1 Asti.
Abbiamo appreso che sono state richieste soluzioni di edilizia leggera, separazioni e abbattimenti pareti divisorie e/o frammezzamento mense presso: San Domenico Savio, Rio Crosio, Baussano, De Benedetti, Anna Frank, Baracca, Ferraris; Cagni, CPIA 1 ASTI.
La minoranza propone che la quota di 100.000 euro destinata ai banchi, in capo al Commissario Arcuri, venga destinata a integrare gli sforzi delle Dirigenze Scolastiche.
E interroga per sapere:
1) In che modo verrà investita la somma erogata dallo Stato e inizialmente riservata all’acquisto di arredi e banchi;
2) Quale richiesta di banchi è già stata censita da parte dell’Ente Locale;
3) Se non si ritiene di supportare maggiormente le Istituzioni scolastiche che hanno manifestato problematiche di spazi;
4) Se non si ritenga di andare a completare e sostenere gli sforzi economici intrapresi da alcune Dirigenze Scolastiche.
5) Se il Comune sta coadiuvando le Dirigenze scolastiche in qualche modo nella mappatura di luoghi (musei, circoli, parrocchie, spazi culturali, altre Istituzioni formative ) utilizzabili per favorire la didattica in presenza per le scuole con maggiori problematiche.

Nello spirito di collaborazione che abbiamo tenuto nelle commissioni, crediamo che queste domande e riflessioni permettano di favorire un rientro scolastico a settembre, andando a integrare maggiormente altri nuovi interventi, seppur minimi.
Crediamo altresì che nello spirito di trasparenza e collaborazione ci possa essere fornito nei prossimi giorni un resoconto dei nuovi interventi integrativi previsti a fronte della somma che potrebbe tornare in capo all’edilizia scolastica.

PER LA MINORANZA IN CONSIGLIO COMUNALE
Angela Quaglia – CambiAMO Asti
Mario Malandrone- Ambiente Asti
Angela Motta- Italia Viva
Mauro Bosia-Uniti si può
Michele Anselmo-Uniti si può
Maria Ferlisi- Partito Democratico
Luciano Sutera- Partito Democratico
Giuseppe Dolce- Partito Democratico
Massimo Cerruti- Movimento 5 Stelle
Giorgio Spata- Movimento 5 Stelle
Davide Giargia- Movimento 5 Stelle
Martina Veneto- Movimento 5 Stelle