Quantcast

Quali prospettive per il territorio astigiano dopo il lockdown per Covid 19?

Quali prospettive per il territorio astigiano dopo il lockdown per Covid 19: l’università in prima linea nelle attività socio culturali.

Una tavola rotonda dal titolo “Quali prospettive per il territorio astigiano dopo il lockdown per Covid 19” è in programma venerdì 19 giugno, dalle 11 alle 12,30 al polo universitario Rita Levi Montalcini.

“Sarà un ragionamento a 360 gradi per individuare di comune accordo con i principali attori del territorio le azioni da attuare per rilanciare il territorio dopo la pandemia di Coronavirus, con l’università in prima linea nelle attività di promozione culturale e sociale” – precisa Marco Devecchi, presidente del centro studi per lo sviluppo rurale della collina, promotore dell’incontro.

Particolarmente importante il parterre dei relatori per il ruolo ricoperto sul territorio: in apertura i saluti di Mario Sacco, presidente consorzio Astiss; di Maurizio Rasero, sindaco di Asti; di Paolo Lanfranco, presidente della Provincia; di Alfonso Terribile, prefetto di Asti. A seguire la tavola rotonda coordinata da Marco Devecchi con la partecipazione di Ivana Bologna, Giorgio Calabrese, Mauro Carbone, Roberto Cerrato, Renato Goria, Alberto Maffiotti, Giovanni Messori Ioli, Filippo Mobrici, Luca Giorgio Rolle. Non è prevista la partecipazione di pubblico in sala.