“Così per Natura”, alla Rava e Fava prodotti agricoli bio che rispettano la diversità delle forme

Venerdì 5 giugno nel punto vendita Rava e Fava di piazza Porta Torino 14 in Asti viene lanciata la campagna agricola che vede coinvolti tutti i Naturasì italiani dal tema “cosìpernatura”.

Nel biologico e nel biodinamico, più che mai, gli agricoltori non possono usare la concimazione chimica che provoca l‘assorbimento anomalo di acqua da parte delle piante, quindi l‘ingrossamento dei prodotti, non hanno a disposizione molti presidi fitosanitari che evitano attacchi patogeni che possono creare difformità nei prodotti e tendono ad escludere l’uso delle sementi ibride che hanno il grande vantaggio di dare origine a prodotti molto omogenei e tutti uguali.

Questo significa che oltre a fare i conti con una produzione più scarsa dal punto di vista quantitativo, gli agricoltori biologici e biodinamici faticano a garantire un prodotto che risponde in pieno agli standard richiesti del mercato. Per rincorrere questa omogeneità buona parte del raccolto dovrà quindi essere scartata, destinata all’industria o al consumo animale. E in alcuni casi il prodotto non verrà addirittura raccolto.

Cosa comporta tutto ciò? Lo spiega bene Fabio Brescacin, Presidente di EcorNaturaSì, che afferma: “L’omogeneità della forma e della dimensione dei prodotti agricoli fa alzare il prezzo al consumatore e riduce, per lo scarto, il reddito dell’agricoltore, oltre a essere l’opposto della sostenibilità ambientale”.

Proprio per ribaltare questa situazione è nato “cosìpernatura”, progetto di EcorNaturaSì che esalta la diversità stessa insita nella Natura e che offre a tutti la possibilità di acquistare prodotti agricoli “con le stesse caratteristiche nutrizionali degli altri: solo un po’ più piccoli, o un po’ più grandi, o con qualche imperfezione esteriore che non ne limita le qualità organolettiche“. Un progetto che permette ai promotori di essere ancora più “vicini sia a chi produce sia a chi compra, contribuendo a ridurre la grande quantità di prodotti che viene scartata per una pura ragione estetica, andando ad aumentare l’enorme problema dello spreco alimentare”.

Un sostegno, dunque, alla sostenibilità dell’impresa agricola, ma anche un modo per rendere accessibile il biologico a sempre più persone, perché scegliere i prodotti “cosìpernatura” significa anche toccare con mano la diversità della Natura acquistando l’ortofrutta a un prezzo vantaggioso. “Si tratta di un piccolo ma importante salto culturale per correggere la tendenza che nel tempo ha accompagnato l’industrializzazione dell’agricoltura, assecondando l’abitudine del consumatore a preferire prodotti tutti uguali“, continua il Presidente. “Cosa possibile solo con processi non in armonia con la Natura che per sua natura è sempre diversa”.

Da venerdì, presso il punto vendita Rava e Fava di piazza Porta Torino 14, ad Asti, i consumatori troveranno ben in evidenza nel reparto ortofrutta i prodotti a marchio ‘cosìpernatura‘ con relativa informazione. L’iniziativa è nata in collaborazione con Legambiente.