Quantcast

Canelli, dal prossimo weekend degustazioni enogastronomiche all’aria aperta

Canelli è da sempre profondamente legata alla produzione di vini , vermouth e distillati di grande qualità.

Qui nacque nel 1865 il primo spumante italiano, prodotto da Carlo Gancia.

Il 22 Giugno 2014 il territorio di Canelli e dell’Asti Spumante, nell’ambito dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte Langhe-Roero e Monferrato, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Canelli in Pic-Nic

Si tratta del 50° sito UNESCO italiano e del primo paesaggio culturale vitivinicolo italiano.

Questo ha dato nuova linfa al turismo nella nostra città ma che il Covid ha ovviamente danneggiato.

I ristoratori e le aziende agricole e vitivinicole di Canelli non si sono arresi e hanno provato ad immaginare come accogliere al meglio di nuovo i turisti: hanno lanciato un’iniziativa per la prossima estate nelle Cattedrali Sotterranee, che sarà caratterizzata da un turismo di prossimità, un turismo outdoor.

Canelli in Pic-Nic

Canelli e i paesi limitrofi, diverranno la location perfetta per un’iniziativa estiva per eccellenza all’aria aperta: il PIC NIC.

Dal prossimo weekend, che segue tra l’altro la giornata internazionale del Pic-Nic del 18 Giugno, sulle colline canellesi, che offrono spazi ampi e viste mozzafiato, si potranno degustare le eccellenze gastronomiche preparate dai ristoratori in abbinamento ai vini del territorio. A piedi, in bici, e-bike, moto, auto, con ogni mezzo si possono raggiungere posti fantastici dove rilassarci in sicurezza. Canelli e la Langa Astigiana sono pronte ad accogliere i turisti. Per informazioni dettagliate: bit.ly/c-picnic