Quantcast

UNCEM, 160 milioni per piccoli Comuni per lo sviluppo locale e sostenibilità

Bussone: "Inutile spendere i 160 milioni euro ripartendoli a pioggia, dando 30mila euro a ciascuno dei 5mila Comuni montani italiani"

Più informazioni su

“Sarebbe assurdo e inutile spendere i 160 milioni euro accantonati, stanziati da due leggi di bilancio, che accompagnano la legge 158/2017 sui piccoli Comuni ripartendoli a pioggia, dando 30mila euro a ciascuno dei 5mila Comuni montani italiani. Non è questo il periodo storico nel quale dare qualche risorsa in modo quasi assistenziale. Lasciamoci alle spalle questo retaggio del passato, anche della politica del passato che troppo spesso ha guardato ai territori come margine dove far arrivare, quando voleva, qualche piccola provvidenza. Il punto è infatti, a maggior ragione oggi, la qualità degli investimenti e delle cose che si faranno con quei 160 milioni di euro. E occorre a maggior ragione in questa fase stare perfettamente, alla lettera, all’articolo 3 della legge 158, ove è previsto un ‘Fondo per lo sviluppo strutturale, economico e sociale dei piccoli Comuni, destinato al finanziamento di investimenti diretti alla tutela dell’ambiente e dei beni culturali, alla mitigazione del rischio idrogeologico, alla salvaguardia e alla riqualificazione urbana dei centri storici, alla messa in sicurezza delle infrastrutture stradali e degli istituti scolastici nonché alla promozione dello sviluppo economico e sociale e all’insediamento di nuove attività produttive’. Dobbiamo stare all’articolo 13 dove si dice che i Comuni piccoli lavorano insieme per lo sviluppo del territorio. Insieme. Non da soli. Questo, e solo questo, è il perimetro per investire bene, in tempi certi, lontani da caos burocratici, le risorse disponibili. Un’indagine conoscitiva parlamentare sull’applicazione della legge 158 sui piccoli Comuni, come già proposto da alcuni Parlamentari, è importante. Anche per dare azione e spinta al Fondo per lo sviluppo con 160 milioni di euro accantonati che devono essere investiti in tempi certi sui territori. Spesi per la crescita, per lo sviluppo, per filiere di valore, a beneficio delle comunità”.

Lo afferma Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem.

La legge sui piccoli Comuni 158/2017, a tre anni dall’approvazione da parte del Parlamento, vede oggi muoversi i primi documenti attuativi, come il regolamento per l’individuazione dell’elenco dei Comuni beneficiari del Fondo.

Più informazioni su