Quantcast

Quattro donne “pendolari dei furti” denunciate dai Carabinieri di Canelli per ricettazione

Più informazioni su

Nei giorni scorsi, a seguito di ulteriori sviluppi di un’attività di indagine, i militari della Stazione Carabinieri di Canelli hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di ricettazione quattro donne italiane di etnia rom già arrestate nel novembre 2019 poiché resesi responsabili di svariati furti in abitazione commessi nell’astigiano nel mese di ottobre 2019.

Le responsabili, tutte maggiorenni con un’età compresa tra i 27 e i 36 anni, pur essendo domiciliate nella provincia di Varese, tra Gallarate, Cairate e Busto Arsizio, avevano scelto il Piemonte quale territorio da depredare durante le loro trasferte di “lavoro”.
Nel corso delle perquisizioni domiciliari eseguite a seguito del loro arresto, le donne venivano trovate in possesso di numerosi accessori di moda di lusso quali borse, occhiali, orologi e profumi, una refurtiva del valore complessivo di circa 100.000 euro.

Gli accertamenti di polizia giudiziaria condotti nel corso di questi mesi, volti ad accertare la provenienza della merce recuperata, consentivano ai Carabinieri di risalire alla commissione di 7 diversi furti, avvenuti nelle province di Torino, Cuneo, Asti ed Alessandria. Alcuni degli oggetti sequestrati, per un valore di circa 20.000 euro, venivano riconosciuti dai legittimi proprietari e ad essi riconsegnati.

I Carabinieri di Canelli sono tuttora impegnati a ricostruire i movimenti delle quattro donne al fine di poter risalire all’esatta provenienza degli oggetti non ancora restituiti.

Più informazioni su