Quantcast

Ordine dei Cavalieri di San Secondo: un astigiano da scoprire

Riceviamo e pubblichiamo


Forse un pochino in sordina, senza particolari servizi fotografici o giornalistici, ma i nuovi Cavalieri di San Secondo sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento nel giorno dedicato al Santo.
Il sindaco ha promesso che in tempi più “ normali” avverrà poi il meritato festeggiamento; tuttavia, ora, mi sia concesso far conoscere uno dei signori diventati Cavalieri di San Secondo. Sicuramente meno noto degli altri carissimi neo-cavalieri, ma degno di essere conosciuto e apprezzato.

Piero Carbone, classe 1947, cittadino di Valmanera da sempre, pensionato ex-operatore WayAssauto, coniugato con Pinuccia Ferretti, già maestra, padre di Elisa e nonno di due splendidi nipoti, appare il rappresentante della normalità, ma con quella semplicità che rende grandi le persone. Attivo in circoscrizione dal 1994 al 2006, incarna lo spirito di Valmanera per il grande contributo sempre offerto alla comunità.
Nel 1975, con altri fonda l’associazione Circolo Valmanera e, in particolare con i parroci che si sono avvicendati ha sempre fornito aiuto e solidarietà. Un marito attento, un padre amorevole, un nonno sicuro, un cittadino consapevole e attivo, un cattolico dalla fede profonda.

In particolare, da qualche anno, un Serrano della prima ora, da quando mons. Ravinale volle il Serra Club in città: il discorso vocazionale è particolmente sentito da Piero e in questo ambito egli è molto attivo. Che dire? Volontariato, servizio al prossimo, rispetto delle tradizioni locali, aiuto alla chiesa: questo è Piero Carbone, con la semplicità di chi opera nel silenzio.

Mariarosa Poggio
Serra Club

piero carbone serra club