Quantcast

Operai forestali: bene azioni di Regioni e sindacati per ripartenza del comparto

È molto importante che l’intero comparto degli operai forestali del Piemonte possa riprendere a lavorare. Gli operai regionali “a tempo indeterminato” inizieranno a lavorare sui territori l’11 maggio mentre al più presto – come da richiesta dei Sindacati e Uncem – partiranno anche gli operai “a tempo determinato”.

La Regione, con l’Assessore Gabusi e la Dirigente Gambino sta lavorando moltissimo sul fronte, come confermato ai Sindacati (Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil) nel Comitato Paritetico del quale fa parte anche Uncem rappresentando Comuni e Unioni montane.

Positivo che tutti i dispositivi di protezione individuale necessari per lo svolgimento delle attività lavorative siano disponibili: guanti, mascherine, liquido-gel sanificante sono stoccati nei magazzini.

La Regione è positivamente al lavoro anche per nuove assunzioni a tempo indeterminato, come previste dal contratto integrativo regionale degli operai forestali che anche Uncem ha firmato lo scorso anno. Come affermato dai Sindacati e ribadito dall’Assessore Marco Gabusi, anche Uncem è convinta della necessità, dell’urgenza di interventi immediati per la messa in sicurezza dei territori, con la riapertura dei cantieri – tanti richiesti dai sindaci – per le manutenzioni naturalistiche di versanti e rii.