Quantcast

Il Sindaco di Canelli ringrazia i Carabinieri

Riceviamo e pubblichiamo.


“Con questa lettera aperta desidero ringraziare pubblicamente il Comando Carabinieri Provinciale di Asti, comandato dal Colonnello Pierantonio Breda ed il Comando Carabinieri Compagnia di Canelli comandato dal Capitano Alessandro Caprio per la brillante operazione svolta in tema di azione di contrasto al reclutamento illegale della manodopera lavorativa.

Pur dovendo i fatti oggetti di indagine essere accertati dalla magistratura, ritengo che tale operazione costituisca un importante segnale di tutela del lavoratore e del mercato inerente l’intermediazione della manodopera, soprattutto in agricoltura.
Da tale operazione, si evince che il nostro territorio, seppur non presentando elevate criticità, non è immune da azioni illegali di reclutamento della manodopera.

Come è noto, l’Amministrazione Comunale della Città di Canelli da tempo persegue una linea volta al controllo rigoroso dell’accoglienza dei lavori al fine preservare la tutela della dignità del lavoratore, atti di concorrenza sleale tra cooperative ed infine gli interessi degli agricoltori, che come noto necessitano di manodopera provenienti da paesi comunitari o extracomunitari.

Certamente, non è un facile trovare il giusto equilibrio tra tutela dei lavoratori, ordine pubblico e necessità del reperimento della manodopera da parte degli imprenditori agricoli agricoli.

L’augurio è che si possa trovare per la prossima vendemmia un giusto equilibrio tra tali interessi, così come era stato prospettato nelle riunioni tenutesi in Prefettura nello scorso anno tra organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, amministratori comunali ed enti di assistenza sociale.

L’ordine e la sicurezza pubblica, la tutela costituzionalmente garantita del lavoratore e gli interessi economici dei nostri imprenditori agricoli saranno certamente tutelati dalla Città di Canelli.”

Paolo Lanzavecchia
Sindaco di Canelli