Festa della Repubblica e ripartenza post virus: ad Asti, piazza Roma sarà illuminata con il tricolore

Infondere speranza, coraggio e senso di appartenenza.

Con queste motivazioni la Giunta ha accolto favorevolmente la proposta della società Ardea di Cuneo, del gruppo EGEA, di illuminare con il tricolore l’Obelisco in piazza Roma, monumento della Città di Asti simbolo dell’Unità di Italia.

“La comunità astigiana sta attraversando un momento di grande difficoltà sanitaria ma anche emotiva, che accomuna tutta la popolazione nazionale nell’impegno alla lotta al nuovo Coronavirus COVID19 – afferma l’Amministrazione – Passata la fase più acuta della pandemia è iniziata per tutti la fase della convivenza con il virus che sta cambiando radicalmente le abitudini di vita di ognuno. Nella storia dell’Umanità è ricorrente, nei momenti di particolare prova e difficoltà, guardare insieme ad un simbolo riconosciuto come ‘comune’ che possainfondere speranza e coraggio alla comunità. Questo simbolo è la bandiera italiana che racconta l’orgoglio di appartenere a un territorio e a una Nazione”.

Asti segue quindi l’esempio di molte altre città italiane e nel mondo che hanno adottato l’esaltazione della bandieranazionale come occasione per ritrovare un sentire comune e quindi una spinta positiva di appartenenza ad una comunità.

Un messaggio di buon auspicio per poter ripartire prima e meglio,  che si inserisce  all’intero delle iniziative per il prossimo 2 giugno, festa della Repubblica, ricorrenza che quest’anno si coniuga con la ripartenza post virus.

L’installazione sarà effettuata a titolo gratuito. L’obelisco sarà illuminato per 30 giorni, senza l’utilizzo di simboli, cartelli o striscioni pubblicitari.

Alla fine del periodo di illuminazione, l’installazione sarà rimossa dalla società senza oneri per la Città.