Quantcast

Coronavirus, a Canelli la situazione resta sotto controllo e si pensa a far ripartire il commercio e il turismo

Superata la fase di restrizioni più severe e iniziata la fase 2 è arrivato il momento di fare il punto della situazione sull’emergenza coronavirus a Canelli.

Il sindaco della città spumantiera, Paolo Lanzavecchia, inizia comunicando: “un decesso di un nostro concittadino positivo al coronavirus, che già ricoverato in ospedale per altre patologie, è deceduto nei giorni scorsi. L’amministrazione comunale porge le più sentite condoglianze alla famiglia” per poi passare ad aggiornare sulla situazione attuale: “Vi è un nuovo caso di positività al coronavirus, riguarda un soggetto già posto in quarantena per essere venuto a contatto con altra persona positiva al virus. Vi è anche una buona notizia, un nostro concittadino a seguito del secondo tampone effettuato, risulta guarito dal virus. Sono tredici i cittadini positivi al virus, di cui due ricoverati in Ospedale. I tamponi ad oggi eseguiti ammontano complessivamente a 479. Diminuiscono a quattro, per scadenza dei termini, le quarantene disposte dall’ASL, soggetti che sono in buone condizioni di salute. Quattordici sono le persone guarite. Sei sono le persone decedute a causa del virus, o con il virus.”

Sempre in tema di tamponi una buona notizia arriva dai controlli effettuati nelle strutture per anziani: “zero casi positività nelle strutture per anziani, e la cosa ci fa particolarmente piacere soprattutto per la Casa di Riposo gestista dal comune, una delle poche rimasta ad avere una gestione comunale diretta. Possiamo tranquillamente affermare che non c’è stato e non c’è nessun focolaio sul territorio, la quasi totalità dei 33 casi di contagiati ha preso la malattia fuori dal territorio”.

Si passa poi a guardare alla ripartenza: “Venerdì prossimo (22 maggio) si terrà anche il mercato comunale di generi non alimentari. L’amministrazione comunale, dovendo contingentare l’accesso anche a tale mercato, provvederà a riposizionare alcuni banchi per consentire il regolare svolgimento secondo le indicazioni del nuovo DPCM. Confido in tutti noi affinché si mantenga un comportamento responsabile; quindi distanziamento sociale, utilizzo di mascherina e allontanamento dall’area mercatale e dalle aree adiacenti una volta effettuata la spesa. A tal proposito voglio ringraziare il corpo di polizia locale per il continuo coordinamento nella gestione dell’emergenza, e anche per il supporto nella riorganizzazione del mercato”.

Per quanto riguarda i buoni spesa il comune di Canelli ha ricevuto un contributo di circa 56mila euro dal Governo, finora sono stati forniti a 306 famiglie per circa 35mila euro, compreso anche 1000 euro dati alla Caritas di Canelli per poter aiutare le persone non residenti. L’amministrazione comunale sottolinea con soddisfazione che i “Buoni Covid” rilasciati dal comune sono stati accettati dai commercianti canellesi. Oltre ai buoni tramite il CISA sono state distribuite 40 borse alimentari a famiglie grazie alla protezione civile di Canelli che ha eseguito materialmente la consegna.
L’Amministrazione Comunale ringrazia il Rotary Club Canelli-Nizza Monferrato per la donazione oltre 40 “borse della spesa” al Comune di Canelli: “Le borse sono state confezionate personalmente dai soci del Rotary Club, e distribuite dai volontari dalla Protezione Civile di Canelli alle famiglie più in difficoltà, secondo le indicazioni fornite dall’Ufficio Servizi alla Persona del Comune di Canelli. Un grandissimo gesto di solidarietà sul nostro territorio ancor più apprezzabile data l’emergenza che stiamo vivendo”.

L’assessore Raffaella Basso ha spiegato: “è terminata la distribuzione delle mascherine della Regione Piemonte a tutti i cittadini. Ringraziamo tutti i volontari della Protezione Civile e dell’Astro che, con l’aiuto di Assessori e Consiglieri, si sono occupati della distribuzione. Senza il loro aiuto non sarebbe stato possibile distribuire in così pochi giorni le mascherine a tutta la popolazione. GRAZIE a tutti i volontari, grande ricchezza del territorio Canellese.
Le mascherine sono state distribuite a tutti i residenti seguendo elenchi ricevuti dall’Ufficio Anagrafe. Ricordiamo che le mascherine per i bambini residenti dai 3 ai 12 anni sono state donate dall’Amministrazione Comunale grazie al contributo degli organizzatori del Canelli Beach con i ricavati della passata edizione.
I volontari hanno riscontrato alcuni problemi durante la consegna delle mascherine dovuti a: cambi d’indirizzo non segnalati, numeri civici non presenti sulle abitazioni, buche delle lettere non presenti o anonime ecc… Pertanto chi non avesse ricevuto la mascherina e ne avesse diritto, può contattare gli uffici comunali al 0141.820111 e concordare un appuntamento per il ritiro della mascherina presso il municipio”.

Per quanto riguarda l’ambiente è stata fatta una sanificazione delle strade comunali, mentre il servizio raccolta rifiuti per chi era o è in quarantena è stato effettuato da operatori ecologici istruiti a cui vanno i ringraziamenti dell’amministrazione comunale per il lavoro svolto. Sono previste campagne di sensibilizzazione per l’abbandono dei rifiuti, perchè in gettano mascherine e guanti per terra, così come le deiezioni canine; dal 18 maggio ha riaperto l’ecostazione comunale con nuovi orari disponibili sul sito del comune.

Ora l’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di aiutare la ripresa del commercio: “Abbiamo approvato, in linea con i contenuti del Decreto Rilancio (che prevedono anche la sospensione della TOSAP dal 1° maggio al 31 ottobre 2020), la possibilità per tutti gli esercizi commerciali di occupare gratuitamente una porzione di suolo pubblico. Sul sito del comune si possono trovare le indicazioni per fare la richiesta. Per quanto riguarda i commercianti sono previsti orari di apertura più estesi, sette giorni su sette, mese di agosto aperto, giovedì sera e sabato sera apertura straordinaria oltre le 22, iniziative che vedranno coinvolti anche i paesi limitrofi come Nizza e Santo Stefano.”

Capitolo a parte per quanto riguarda gli eventi e le manifestazioni: “Gli eventi che erano in programma nei mesi primaverili e estivi sono stati annullati, in particolare due grandi eventi culturali, uno in collaborazione con il Festival di Cervo (anteprima) e la mostra di Mario Calandri nel salone Riccadonna sono stati rinviati al 2021, ma abbiamo intenzione di fare una serie di attività continuative mantenendo le distanze di sicurezza e rispettando tutti i protocolli previsti. Per gli eventi da settembre in poi vedremo più avanti.”

Infine le iniziative per rilanciare il turismo: “Dal punto di vista turistico con l’ATL si sta valutando il turismo di prossimità, dobbiamo sfruttare il nostro grosso vantaggio dell’outdoor avendo paesaggi e colline attrattivi e sicuri; per questo coinvolgeremo le società sportive che si occupano di bici, running e nordic walking; abbiamo pensato di coinvolgere i ristoratori per organizzare dei pic nic diffusi, iniziative che potranno fare anche le aziende vinicole e vitivinicole con spazi dedicati ai picnic collegati a visita in cantina in sicurezza.”

L’amministrazione comunale non dimentica i più piccoli che da questa emergenza sono stati costretti a restare a casa senza poter tornare a scuola: “Da giugno per tutto il periodo estivo partiranno i centri estivi seguendo le linee guida, noi come amministrazione mettiamo a disposizione il palazzetto dello sport e del suo spazio verde. I centri estivi saranno per forza diversi rispetto agli anni passati, per questo noi ci siamo subito attivati per dare il servizio a tutti i canellesi, in particolare ai bambini e alle loro famiglie.”