Perché controllare i filtri della nostra automobile

Più informazioni su

Il segreto di una automobile performante è la periodica manutenzione. I filtri della nostra vettura sono una componente essenziale per il suo corretto funzionamento.

In questo momento acquistare pezzi di ricambio per la tua automobile potrebbe sembrare difficile viste le recenti limitazioni imposte dallo stato di emergenza sanitaria, però è bene ricordare che online il commercio non si arresta e qualora abbia bisogno di acquistare dei filtri per la tua automobile, siti come pezzidiricambio24.it faranno sicuramente al caso tuo.

Di solito la pulizia filtri viene affrontata al momento del tagliando, per tale ragione nel corso dell’anno si tende a non badarci troppo, invece sarebbe una buona abitudine tenere sotto controllo l’integrità e la pulizia dei filtri, in primo luogo perché è essenziale a garantire prestazione efficienti, in secondo luogo perché è facile accorgessi se qualcosa non va e terzo perché probabilmente eviterai di portare la tua auto del meccanico per problemi più seri generati dall’incuria.

Perché è importante fare un check dei filtri

Filtro olio

L’olio va cambiato al momento del tagliando, ma entro i 15 mila kilometri spetterà a te procedere ai rabbocchi. La qualità dell’olio motore è importantissima, la sua densità e viscosità dipendono da diversi fattori climatici e fisici.
Starà al tuo meccanico fare la scelta più consona, ossia un olio che resti abbastanza fluido a bassa temperatura per garantire un avviamento rapido e che allo stesso tempo assicuri un buon livello di viscosità quando il motore è in tiro.

Filtro abitacolo
Una delle raccomandazioni in questo periodo è quella di mantenere i finestrini chiusi durante il passaggio nei centri abitati.
filtro sporco porterebbe con sé tutte le impurità dell’esterno, inoltre specie per gli allergici ai pollini e alla polvere potrebbe causare problemi respiratori.
Ecco perché tenere il filtro abitacolo pulito è importante, a meno che non sia totalmente usurato, puoi pulirlo tu stesso con uno sgrassatore oppure con un getto di aria compressa. Il materiale impiegato presenta delle pieghe per bloccare le particelle, i filtri abitacolo possono essere di carta, materiale spugnoso e in carbonio, quest’ultimo contiene carboni attivi che riescono ad assorbire gli odori che possono penetrare dentro l’abitacolo dall’esterno.

Filtro aria del motore
Anche questo filtro d’aria è simile per materiali a quello dell’abitacolo. Ma ha una funzione importantissima perché dalla sua pulizia dipende il corretto funzionamento di tutto il motore. Un filtro aria sporco potrebbe far penetrare granelli di sabbia o polveri nella camera di combustione contribuendo a usurare il motore, proprio perché si genererebbe un attrito irregolare.
Il motore inoltre rischia il surriscaldamento e lo sforzo maggiore andrà ad incidere anche sul consumo della tua vettura. Le emissioni peggioreranno con un impatto sull’ambiente e probabilmente il fastidioso odore penetrerebbe nell’abitacolo, una situazione tutt’altro che idilliaca.

Filtro olio trasmissione
Le automobili con il cambio automatico a differenza di quelle con il cambio manuale hanno un filtro d’olio trasmissione a cui bisogna aggiungere un fluido lubrificante per cambio automatico, una operazione che può essere seguita ogni 50 mila kilometri. È sempre bene rivolgersi al proprio meccanico di fiducia, perché ne va della sicurezza della stessa vettura.

Filtro carburante
Serve a ripulire il carburante e a garantire la corretta accensione del veicolo. I diesel hanno una maggiore presenza di impurità che va filtrata.
I propulsori diesel sono quelli più soggetti a rischio perché i motori common rail sono sistemi di iniezione ad alta pressione molto sensibili alle impurità, dunque, è buona norma fare un check up ancora più accurato se possiedi una vettura diesel.

Foto fonte pixabay.com

Più informazioni su