Quantcast

Asti, Libera e Anpi uniti online per celebrare il 25 aprile

La celebrazione del settantacinquesimo anniversario della Liberazione ha visto i coordinamenti provinciali astigiani di ANPI e Libera uniti in un’inedita collaborazione multimediale.

Il canto partigiano Bella Ciao è stato proposto in una versione tutta astigiana realizzata “in casa”: 21 voci riprese amatorialmente per lo più con telefonini e unite con la tecnica dell’Home Recording a chitarra e contrabbasso.

Citazioni autorevoli e riflessioni personali hanno poi dato al video il vero senso di comunione del diritto alla libertà e del dovere di difenderla, che non hanno tempo e che in questo tempo di difficoltà materiale ed emotiva risuonano con forza nell’animo di ognuno di noi.

ANPI e Libera vogliono ringraziare con emozione quanti hanno dato a questo progetto un prezioso contributo, prestando la voce, la musica ed i pensieri: l’Associazione “School of rock Asti”, il Coro del Liceo Classico Vittorio Alfieri di Asti, il Vescovo di Asti Mons. Marco Prastaro, l’Ufficio diocesano di Pastorale Giovanile e i tanti amici di Libera ed Anpi. Oggi come allora occorre difendere libertà, diritti e dignità e riconoscersi in un messaggio di memoria che si faccia ogni giorno impegno da rinnovare e diffondere.

“La necessità di mantenere la stanza fisica ci ha ritrovati uniti da un filo invisibile ma indistruttibile di solidarietà e fratellanza; sentiamo infatti il dovere di continuare a fare rete e portare nel nostro territorio un messaggio di cultura e di testimonianza civile. Vogliamo che ognuna delle nostre realtà sia strumento per costruire un Noi capace di rafforzare ogni giorno Libertà e Responsabilità e uscire da questa crisi rafforzati e uniti. Perché come ha affermato Don Luigi Ciotti nel suo messaggio per il 25 aprile. “La libertà o è di tutti o non è libertà”.” – dichiarano Isabella Sorgon di Libera Asti e Paolo Monticone dell’ANPI Asti.

https://www.facebook.com/246255888769940/videos/528986144430404/