Quantcast

Lettere al direttore

Alla Casa di Riposo Città di Asti “il lavoro all’insegna della protezione degli ospiti, ma serve l’aiuto di tutti”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Giuseppe Carlo Camisola sull’impegno e le necessità delle case di riposo nell’affrontare l’emergenza Coronavirus.


Gentili Amiche e Amici,

l’emergenza Coronavirus oltre a coinvolgere pesantemente il nostro Servizio Sanitario Nazionale, investe in maniera significativa le R.S.A. luoghi nei quali vive una importante fetta di popolazione a maggiore rischio di contagio: gli anziani.

La Casa di Riposo Città di Asti, il più grande presidio residenziale per anziani della nostra regione, sta oramai da un mese gestendo questa emergenza all’insegna della “protezione” dei propri ospiti, chiudendo gli accessi all’esterno e facendosi carico di tutte le necessità degli ospiti, cercando di rendere serena e sicura la vita in struttura. Collaboriamo costantemente con la Task Force dell’ASL AT, e con le istituzioni del territorio per affrontare e gestire al meglio i bisogni della popolazione anziana.

Al nostro interno abbiamo attivato 10 posti letto “isolamento cautelativo” e gestione delle quarantene, grazie ad un contributo di una benefattrice , proprio per supportare l’Ospedale ed evitare il più possibile le ospedalizzazioni, quindi contatti con l’esterno, oltre ad alleviare la struttura ospedaliera da ulteriori incombenze in questi momenti di rischio intasamento.

Comprendo che i gesti di solidarietà oggi siano maggiormente diretti agli ospedali ed al sistema sanitario ma anche le R.S.A. stanno svolgendo un ruolo cruciale per arginare e combattere la diffusione di questo virus. La nostra Casa con i suoi 300 ospiti e 140 dipendenti per resistere a questa emergenza ha bisogno di aiuto e supporto sia per gli approvvigionamenti di materiali (mascherine, abbigliamento monouso, ossigeno, ecc.) che per garantire un aumento delle presenze del personale oltre a quanto richiesto dalla normativa, per far si che i nostri anziani possano ricevere tutto ciò di cui hanno bisogno ed anche un po’ di più.

Per questi motivi sono a chiedere un Vostro cortese interessamento a contribuire, se potete, ma anche a veicolare questa mia richiesta ai vari amici e contatti che avete e che vorrete coinvolgere. Sarà mia cura, quando terminerà questo terribile momento, rendicontare quanto raccolto e l’impiego effettuato.

Cassa di Risparmio di Asti – Tesoreria Enti – IT66F0608510316000000006259
Causale di versamento: Emergenza CORONA VIRUS
“Anche se Vi sembrerà una goccia in un oceano, ricordate che l’oceano è composto da milioni e milioni di gocce .”

Grazie di Cuore!
Il Presidente
GIUSEPPE CARLO CAMISOLA