Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Speciale 118 Sindaci

Speciale 118 Sindaci: intervista a Chiara Zogo, Sindaco di Vinchio

118 Sindaci: incontriamo Chiara Rosaria Zogo, Sindaco di Vinchio.

Da bambina aveva mai immaginato di diventare sindaco?
Sinceramente no. I bambini solitamente pensano a giocare e a divertirsi.

Come è nata la Sua candidatura a sindaco?
E’ stata una proposta concordata e condivisa dalla precedente amministrazione di cui facevo parte. Ci ho riflettuto per diverso tempo prima di dare una risposta definitiva.
Fa parte del mio carattere ragionare a fondo, prima di prendere decisioni.
Ero infatti, consapevole dell’impegno che mi sarei presa nel caso in cui avessi vinto le elezioni, ma poi mi sono convinta ed ho accettato.

Aveva già qualche esperienza di tipo amministrativo o comunque nel settore pubblico?
Si, ero consigliere comunale nei cinque anni precedenti.

Quale è stato il suo primo pensiero nel momento che ha capito di essere stato eletta?
Ero felicissima, quasi da non rendermene conto.
Soprattutto andavo fiera del fatto che le persone avessero deciso di dare la fiducia al nostro gruppo.
Al tempo stesso, però, non nascondo che la felicità del momento era in parte smorzata dal timore di deludere le aspettative del paese. Dopodiché è cresciuta in me la responsabilità di lavorare seriamente e con impegno per il bene del nostro territorio e dei suoi abitanti.

Ha un sogno o un grande progetto (che potrebbe essere tutt’ora nel cassetto), che vorrebbe realizzare?
Molti sogni, troppi forse.
Vorrei, insieme a tutta l’amministrazione, rendere Vinchio un fiore all’occhiello per le nostre colline, aumentandone il turismo e la collaborazione con i comuni limitrofi.
Vorrei che il nostro paese lasci nei turisti che vengono a farci visita, un buon ricordo e un ottimo motivo per farci ritorno.
Perché ricordiamoci che “non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione”.

 

*************************************

Si ringrazia per il sostegno al Progetto 118 Sindaci

Il Progetto 118 Sindaci gode del Patrocinio della Provincia di Asti

e della Prefettura di Asti