Quantcast

In Provincia di Asti un incontro con i sindaci dei comuni coinvolti nella gestione degli astigiani rientrati da Alassio

Oggi pomeriggio, sabato 29 febbraio, presso la sala consigliare della Provincia di Asti si è tenuto incontro con gli amministratori dei comuni coinvolti nella gestione degli astigiani rientrati da Alassio.

L’incontro ha visto la partecipazione della Regione Piemonte, rappresentata dal vicepresidente Fabio Carosso, della Prefettura di Asti rappresentata dal dott. Sirico (che ricopre anche il ruolo di commissario del comune di Moncucco Torinese, tra quelli interessati dal caso), della Provincia di Asti con il presidente Paolo Lanfranco con alcuni consiglieri, dell’ASL di Asti rappresentata dalla dottoressa Daniela Rivetti, del CISA con Matteo Massimelli (presenta anche come sindaco di Incisa Scapaccino) e dal COGESA rappresentata da Maura Robba. Con loro presente anche l’onorevole Andrea Giaccone e i sindaci o i rappresentanti di Asti, Castagnole Monferrato, Castell’Alfero, Cerro Tanaro, Cortandone, Grazzano Badoglio, Isola d’Asti, Penango, Portacomaro, Rocca d’Arazzo, San Damiano comuni, con Moncalvo e Villanova d’Asti, di provenienza dei partecipanti ai due turni del soggiorno marino ad Alassio.

L’incontro si è reso necessario per cercare di fornire ai sindaci chiarimenti in merito alla gestione delle persone che sono state ad Alassio, che, con il rientro di ieri del secondo gruppo, si trovano quasi tutti presso le proprie abitazioni; tra di loro ci sono anche diversi che sono risultati positivi al tampone, ma che non presentano sintomi e sono in buone condizioni di salute.
Dopo aver sentito le varie richieste dei sindaci, in particolare in merito alle ordinanze da notificare alle persone interessate, il presidente Lanfranco ha chiuso l’incontro dichiarando: “La Regione propone di attendere l’emanazione del Decreto Ministeriale e poi i sindaci chiedono all’ASl di elaborare una bozza che possa essere trasmessa a tutti i sindaci.”