Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Il Tri-angolo di Mengozzi

Il Tri-angolo di Mengozzi: Musica nei Lager

Più informazioni su

Primo appuntamento del 2020 con la rubrica mensile che arricchisce le proposte per i lettori di Atnews.it.

MUSICA NEI LAGER

Il 27 gennaio di ogni anno si celebra il Giorno della Memoria. Una data scelta non casualmente, ma che coincide con quella della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz avvenuta nel 1945.

Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che furono numerosi i musicisti deportati nei lager nazisti. In quei luoghi di orrore la musica veniva praticata per assolvere varie funzioni: da un lato c’erano bande e orchestrine messe in piedi per rallegrare le feste degli ufficiali nazisti; dall’altro lato l’intensa attività dei compositori che divenuti prigionieri affidarono alla musica l’estrema voce della loro anima.

Fra questi il compositore ceco Hans Krása, di origine ebraica, che internato nel campo di Theresienstadt riuscì a farvi rappresentare la sua operina per bambini “Brundibar”. Essa narra la vicenda degli orfanelli Aninka e Pepicek la cui madre è molto malata ma potrebbe guarire bevendo il latte; la famiglia però è povera e i due bambini decidono di cantare in piazza per guadagnare il denaro necessario ad acquistare il latte per la mamma.

Ed è qui che si scontrano con Brundibar, il cattivo suonatore di organetto che cercherà di ostacolarli. In loro soccorso verranno un passero, un cane ed un gatto e così i due bambini riusciranno nella loro impresa. Una trama che, nemmeno troppo velatamente, simboleggia la lotta e la vittoria del bene sul male.

Hans Krása morì nel 1944 ad Auschwitz. Aveva solo quarantaquattro anni. Attraverso la sua musica e a quella di tanti musicisti professionisti o suonatori dilettanti, ha lasciato una testimonianza importantissima che abbiamo il dovere di custodire e tramandare alle nuove generazioni.

Fabio Mengozzi

“Il Tri-angolo di Mengozzi” prende spunto da un intervento sul nostro quotidiano del musicista astigiano di fama internazionale Fabio Mengozzi, compositore, pianista, direttore d’orchestra e docente di musica, in seguito ai fatti di Corinaldo (clicca QUI).

L’obiettivo della rubrica è quello, sempre nel massimo rispetto delle scelte musicali di tutti, di fornire con nozioni semplici un punto di vista alternativo da quello che offrono ogni giorno i media, di educare ed indirizzare i giovani alla musica profonda, spirituale, in modo da ampliare le possibilità di scelta nell’ascolto della musica.

 

Più informazioni su