Quantcast

Croce Rossa di Castelnuovo Don Bosco e Piovà Massaia: nel 2019 nuove ambulanze e 2300 servizi

Report annuale delle attività svolte nel 2019

“Spesso si identifica l’attività della Croce Rossa con il servizio sanitario di Emergenza-Urgenza 118, la cosiddetta ambulanza, ma questa, magari la più visibile e conosciuta, è solo una delle decine di attività che quotidianamente ci impegna al fianco delle persone”.

Con queste parole Manuele Andreotti, presidente Croce Rossa di Castelnuovo Don Bosco e Piovà Massaia, accompagna il report annuale delle attività svolte nel 2019.

“Molte sono le persone che scelgono di sostenerci con offerte e abbiamo ritenuto giusto ricambiare questa loro fiducia, dettagliando il nostro bilancio sociale, senza paura di rendere trasparente la nostra Associazione, poiché siamo prima di tutto un patrimonio della nostra comunità. Certamente non è stato facile realizzare questo Report, ma ci siamo riusciti, sperando così di proseguire una tradizione da portare avanti per i prossimi anni”.

SERVIZI, INTERVENTI E PARCO MEZZI

Secondo quanto riportato nel documento, nel 2019 sono stati eseguiti 2.300 servizi con una crescita di attività del + 33% rispetto al 2014, anno di costituzione del Comitato, e sono stati percorsi 109.836 chilometri con una crescita del + 12% rispetto al 2014.

Attualmente il parco mezzi è dotato di 5 ambulanze da soccorso (di cui 2 immatricolate nel 2019 grazie al contributo della famiglia Ottino in ricordo del dottor Carlo, già Delegato CRI della Delegazione di Castelnuovo dal 1972 al 1977 e della raccolta fondi tra le Aziende, la popolazione e le Associazioni del territorio promossa dal Lions Club Alto Astigiano Castelnuovo Don Bosco). Ci sono inoltre 4 veicoli con sollevatori carrozzine (di cui 1 immatricolata nel 2019 grazie alle attività svolte dall’Associazione); 2 autoveicoli e 1 pulmino.

Nello specifico sono stati eseguiti 569 interventi di soccorso urgente 118 con una crescita di attività del + 36% (anno di riferimento sempre 2014),  grazie ai 66 volontari soccorritori 118 (58 operatori in possesso dell’abilitazione all’uso del Defibrillatore); 60 assistenze sanitarie durante le manifestazioni sportive e eventi pubblici del territorio con una (+ 18%); 1.538 servizi di trasporto sanitario di cui 446 servizi per conto delle A.S.L. TO5 ed ASL AT, ed i restanti per cittadini e strutture sanitarie (Case di Riposo e di Cura, Comunità) con una crescita di attività del + 37%, grazie a 88 volontari formati appositamente.

Sono stati organizzati inoltre corsi di Formazione di Primo Soccorso alla popolazione e alle aziende , corsi BLSD e Manovre Salvavita Pediatriche ed ai Volontari e lezioni informative (“Collaborazione e sinergia con le Forze dell’Ordine” con il supporto del Comando Stazione Carabinieri di Castelnuovo Don Bosco; “Manovre Salvavita pediatriche”; Lezione informativa “Collaborazione e sinergia con il Soccorso Tecnico urgente” con il supporto del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Asti e del Distaccamento di Cocconato d’Asti).

PERSONALE, SOCI E VOLONTARI

I soci attivi al 31 dicembre 2019 sono 100 volontari di cui 22 giovani, 709 persone i sostenitri del Comitato, 2 i dipendenti. Per sei mesi è stata presente una volontaria di Servizio Civile e sono stati impiegati per Lavori di Pubblica Utilità e/o Messa alla Prova, dopo l’invio da parte dell’Ufficio Esecuzioni Penali Esterne del Tribunale di Asti e Torino, 5 cittadini per lo svolgimento delle attività previste in base alle condanne inflitte.

ATTIVITA’ IN CAMPO SOCIALE

Ma la CRI di Castelnuovo e Piovà non è attiva solo nell’area sanitaria, ma anche in quella sociale, dove ha effettuato servizi di raccolta e distribuzione di aiuti alimentari alle famiglie indigenti.

Il Comitato C.R.I. di Castelnuovo Don Bosco e Piovà Massaia, in collaborazione del Lions Club Castelnuovo Don Bosco Alto Astigiano,  eroga assistenza a 79 persone dei nostri comuni di competenza con cadenza mensile, attraverso l’acquisto, lo stoccaggio e la distribuzione di raccolte alimentari ottenute con donazioni di benefattori privati, collaborazioni con centri commerciali per giornate di raccolta di beni di prima necessità.

Altri ambiti di intervento sono stati quelli della Protezione Civile, dove è stato impiegato personale formato per gli interventi operativi di rilevanza sul territorio, e della promozione del volontariato.

CRI castelnuovo don bosco piovà massaia

“Nel 2019 – si legge infine nel report –  sono state promosse altre iniziative ed attività. Tra queste  la dotazione nelle due ambulanze adibite al Soccorso 118 di rilevatori di monossido di carbonio, per aumentare la sicurezza del personale che opera in Emergenza, il rifacimento ed ampliamento dell’intero parco radio del Comitato con il passaggio al digitale e rilevamento GPS e l’inaugurazione con il supporto del Comune di Castelnuovo Don Bosco, dell’Azienda ICP e della Centrale Operativa 118 Piemonte, dell’area di atterraggio notturno dell’Elisoccorso 118 per il potenziamento dei servizi di Emergenza territoriale”.