Quantcast

Sulla via di Oro, Incenso, Mirra: cronistoria del primo trekking dei Presepi del Monferrato fotogallery

Buon successo per la prima edizione del Trekking dei Presepi, organizzato in collaborazione dalle guide escursionistiche professionali Alessandra Masino e Augusto Cavallo che ha toccato due dei dieci comuni parte della rassegna “Oro Incenso Mirra”.

All’appuntamento ad Albugnano domenica scorsa, 15 dicembre, si sono ritrovati una quarantina di camminatori che incuranti della giornata grigia e tipicamente invernale hanno risposto positivamente a questa nuova proposta. Subito dopo la partenza in gruppo è salito sul Belvedere Motta, il punto più alto del borgo, da cui si può godere di un panorama quasi a 360 gradi.

Da qui la comitiva scendeva e alternando strade sterrate ad alcuni tratti di asfalto tra vari saliscendi giungeva nell’abitato di Pino D’Asti, piccolo comune dell’Astigiano su cui spicca un Castello medievale e da cui si gode di un altro panorama verso l’altopiano di Villanova d’Asti. Iniziava quindi la parte più naturalistica del percorso che attraversando prima i vigneti di Malvasia e poi una zona boscata e selvaggia scendeva fino a fondovalle per poi risalire fino al piccolo borgo di Primeglio per una prima sosta in prossimità della caratteristica chiesa di San Lorenzo e dell’adiacente Castello. A seguire il gruppo procedeva fino a giungere nella tipico borgo di Schierano, frazione di Passerano Marmorito. Qui a partire dal 2010 vengono esposti presepi per le strade ed in ogni angolo del paese come messaggio di pace, fede e tradizione.  250 presepi sono esposti davanti alle chiese, alle porte delle case e sulle finestre, nei vicoli e lungo la strada principale che attraversa il caratteristico paese. I presepi, realizzati con semplicità e materiali naturali, sono dedicati a papa Francesco e al suo trisnonno Giuseppe Bergoglio nato a Schierano nel 1816.

Dopo una breve sosta per consumare il pranzo al sacco i camminatori sono stati accolti dalla locale Pro Loco che ha offerto a tutti i presenti bevande calde e dolci fatti in casa che hanno riscaldato il anche lo spirito degli infreddoliti camminatori. Si riprendeva quindi il cammino e si faceva quindi una nuova tappa presso la vicina Big Bench Verde pastello su un vicino promontorio. Da qui il cammino riprendeva per il tratto finale risalendo a punto di partenza. Giusto il tempo per cambiare le scarpe e il gruppo si spostava nella vicina Abbazia romanica di Santa Maria di Vezzolano per una visita guidata terminata nel chiostro e nel locale stupendamente arredato con il grande presepe creato da Anna Rosa Nicola, che ogni anno si amplia di nuovi elementi, personaggi e botteghe.

“Terminava così una bella giornata passata all’aria aperta ed in allegria nonostante il clima poco favorevole” hanno commentato le guide.