Presepe vivente napoletano con i martinrock e il Lions Storici, Artisti e Presepisti di Asti

“Te piace o Presepio?” chiedeva Luca Cupiello a suo figlio Tommasino nella famosa commedia napoletana “Natale in casa Cupiello” ma domani verrà chiesto a tutti gli astigiani perché per il quarto anno consecutivo la compagnia teatrale de i Martinrock metterà in scena un presepe vivente napoletano che verrà offerto alla cittadinanza grazie al Lions Club Storici, Artisti e Presepisti d’Asti e alla collaborazione del comitato palio Cattedrale.

Sabato pomeriggio alle 16:00 presso il museo diocesano San Giovanni, in via Natta 36, si andrà in scena sotto la regia di Maria Sabini con una rappresentazione della nascita di Gesù Bambino in pieno stile partenopeo.

Non resta quindi che visitare quest’angolo di Napoli nel cuore più antico di Asti e aggirarvi tra CAPERE (parrucchiere chicchierone), alzare gli occhi e ammirare ‘ONNA PÉRETA FORA Ô BARCONE (letteralmente donna Pereta fuori affacciata al balcone), PULCINELLA, Giocatori di Tombola, Venditori di Capitoni, fare attenzione a non svegliare BENINO (il pastorello che dorme), chiedere agli ACQUAIOLI se l’acqua è fresca, toccare la gobba a SCIO’ SCIO’ che allontana il malocchio e distribuisce numeri fortunati da giocare al lotto.

Non fatevi ammaliare dalla ballerina con il tamburello, fate attenzione a propiziarvi il nuovo anno con LA BELLA ‘MBRIANA (lo spirito benefico della casa) e non intralciate il corteo dei magi e i loro dromedari…

Una volta catapultati nei vicoli di Napoli ricordatevi che nel presepe in ogni caso c’è Gesù bambino da visitare e in conclusione non fatevi mancare una bella fetta di pizza allietata dagli Zampognari che suonano “Quando nascette Ninno!” il canto natalizio napoletano, scritto da sant’Alfonso Maria de’ Liguori, da cui deriva “Tu scendi dalle stelle”.

I Martinrock con il patrocinio del Comune di Asti e del Museo Diocesano vi aspettano tutti sabato alle 16:00 per fare un salto nella bella Napoli astigiana dove potrete anche ammirare la mostra “Il presepio: la’ dove si crea lo spirito di comprensione fra i popoli del mondo”

Durante l’inaugurazione sarà anche presentato un libro dallo stesso titolo della mostra, i cui proventi saranno destinati all’acquisto di un lettino da visita per il reparto di pediatria dell’ospedale Cardinal Massaia di Asti.

Alle 17,45 il piccolo Gesù Bambino, impersonato da Sara, accompagnato da Giuseppe e Maria (Valerio e Giada Cossetta) si dirigeranno seguiti da tutti i personaggi del presepio e dal corteo dei magi con i cammelli, verso il centro della città percorrendo piazza Cattedrale, via Caracciolo, Piazza del Cavallo, Corso Alfieri, Piazza Alfieri, Via Garibaldi, piazza San Secondo e piazza Statuto.

presepio