La Juventus domina il suo girone di Champions e si qualifica agli ottavi

Più informazioni su

Grazie alla vittoria per 0-2 conquistata sul campo del Bayer Leverkusen, la Juventus ha stravinto il proprio girone di Champions League e si è garantita il pass per gli ottavi di finale. Mai i bianconeri avevano conquistato 16 punti nel girone di qualificazione e la sensazione è che questa possa essere la volta buona per riportare a Torino la Coppa dalle Grandi Orecchie.

L’obiettivo resta la Champions

Dopo aver conquistato ben otto scudetti consecutivi, impresa mai riuscita a nessuna squadra nel nostro campionato, l’obiettivo dichiarato della Juventus è la vittoria della Champions League. L’arrivo di Cristiano Ronaldo l’anno passato, nonché quelli di Rabiot, Ramsey e Sarri in questa stagione, sono stati tutti pensati proprio per la massima competizione europea per club ed è forte l’impressione che quest’anno i bianconeri possano dire la loro fino alla fine della competizione. Anche dando uno sguardo alle scommesse online, la Vecchia Signora è insieme a Liverpool, Manchester City e Barcellona l’assoluta favorita per la vittoria finale della Coppa ed i tifosi sperano che questa possa essere realmente la volta buona. Il lavoro svolto da Sarri è stato pensato proprio per dare una dimensione europea al club juventino e in queste prime uscite stagionali in campo internazionale il tecnico toscano ha iniziato a raccogliere i frutti dei tanti sacrifici compiuti in sede di preparazione.

In Serie A i bianconeri si ritrovano ad inseguire l’Inter

Se in Champions League le cose sono andate estremamente bene, in Serie A i problemi non sono mancati. Dopo 15 giornate di campionato, a causa della sconfitta per 3-1 subita contro la Lazio allo stadio Olimpico di Roma, la Juventus si ritrova infatti a rincorrere l’Inter capolista che, ad oggi, vanta due lunghezze di vantaggio sulla Vecchia Signora. A differenza di quanto è avvenuto in Champions, in campionato la Juventus ha mostrato più di qualche difficoltà, sia in fase difensiva che in fase offensiva e ciò ha costretto Sarri ad adottare le giuste contromisure. La coppia di difensori centrali formata da Bonucci e De Ligt, troppo spesso viene lasciata in balia degli avversari e la sensazione è che già a partire dalle prossime uscite l’allenatore toscano rinforzerà il centrocampo, scegliendo al contempo un terzino meno offensivo di Cuadrado. I dubbi di Sarri, ad ogni modo, riguardano anche il reparto offensivo e se è vero che Ronaldo è finalmente in fase di ripresa e sta tornando ad essere il bomber spietato di sempre, è altrettanto vero che Dybala ad oggi pare insostituibile, candidandosi ad una maglia da titolare a discapito di Gonzalo Higuaín.

Nell’attesa che Douglas Costa torni arruolabile e che insieme al brasiliano tornino a disposizione anche i tanti infortunati della rosa, Sarri si gode il passaggio del turno in Champions League ed è già al lavoro per sistemare ciò che sino ad oggi non ha funzionato. L’impressione è che nella pausa invernale l’allenatore toscano lavorerà molto sulla fase difensiva che, da punto di forza della Vecchia Signora, sta diventando il suo punto di debolezza.

Più informazioni su