Quantcast

Ecobonus, vittoria per Confartigianato: la Commissione Bilancio del Senato cancella lo sconto in fattura

“Il Parlamento ha compreso le ragioni di Confartigianato e la necessità di ristabilire nel mercato corrette condizioni di concorrenza che non penalizzino gli artigiani e le piccole imprese”. 

Il Presidente di Confartigianato Asti Roberto Dellavalle esprime apprezzamento e soddisfazione per la decisione del Parlamento di abrogare lo sconto in fattura per gli interventi relativi a ecobonus e sismabonus previsto dall’articolo 10 Decreto Crescita.

“In questi mesi – sottolinea il Presidente Dellavalle – ci siamo battuti a livello nazionale per chiedere l’eliminazione di una misura che avrebbe escluso dal mercato migliaia di piccole imprese del ‘sistema casa’ (costruzioni, installazione impianti, serramenti). Le nostre ragioni sono state condivise dall’Autorità Antitrust intervenuta anche nei confronti del Governo e del Parlamento proprio per chiedere modifiche all’articolo 10 del Decreto Crescita”.

“L’abrogazione dello sconto in fattura – sostiene il Presidente di Confartigianato Asti – consentirà di restituire equilibrio ed efficacia ad un sistema di incentivi che rappresenta un valido strumento per la riqualificazione energetica e la sostenibilità del patrimonio immobiliare e per il rilancio del settore costruzioni”.

L’abrogazione dei commi 1,2,3 e 3-ter dell’articolo 10 del Decreto Crescita che prevedono lo sconto immediato in fattura per gli interventi relativi a ecobonus e sismabonus è stata approvata nella serata di ieri dalla Commissione Bilancio del Senato. La cancellazione viene disposta da un emendamento alla manovra presentato da Forza Italia, prima firmataria la Sen. Roberta Toffanin, riformulato e approvato dalla Commissione Bilancio del Senato.

Ma analoghi emendamenti soppressivi sono stati presentati da tutti i Gruppi parlamentari. La volontà di cancellare la misura del Decreto Crescita è stata quindi unanimemente condivisa.

Nei mesi scorsi, contro lo sconto in fattura e dalla parte di Confartigianato si è pronunciata, con due interventi, l’Autorità Antitrust, e pochi giorni fa la Commissione Industria del Senato ha approvato una risoluzione che impegna il Governo a individuare adeguati meccanismi di protezione per le piccole e medie imprese.

“Un pauso alla perseveranza e per l’estenuante pressing da parte della Confartigianato a partire dal Presidente Giorgio Merletti – conclude il Presidente di Confartigianato Asti Dellavalle- per tutelare le imprese artigiane del sistema casa (costruzioni, installazione impianti, serramenti), di cui 51.900 in Piemonte, che sarebbero state fortemente penalizzate da tale disposizione, con il rischio di dover cessare l’attività, con la perdita di migliaia di posti di lavoro. Seguiremo gli sviluppi della vicenda per consolidare definitivamente il conseguimento di tale obiettivo, auspicando che anche la Camera dei Deputati confermi tale abrogazione ”.