Asti, il Natale arriva all’Ospedale Cardinal Massaia con mercatini, presepi e tante iniziative

Si sa che il Natale quando arriva, arriva, e questo vale anche per l’ospedale Cardinal Massaia che si sta agghindando sin da ora per accogliere Rudolph e le sue renne in pompa magna. Subito dopo la ricorrenza dell’Immacolata, infatti, la Piazza del nosocomio brulicherà di scintillii e luci, doni e fiocchetti, grazie alle bancherelle che saranno allestite in occasione dei Mercatini di Natale.

Da lunedì 9 a venerdì 13 dicembre sarà, infatti, possibile acquistare simpatici pensierini realizzati dalle associazioni di volontariato che collaborano ormai fattivamente da anni con ASL AT. Sabato 14 dicembre, invece, sarà la volta delle scuole astigiane che, coordinate dal Comune di Asti, allestiranno “Natale è…” , una carrellata di strenne e creazioni originali ispirate ai temi del Natale, della Solidarietà e della Pace il cui ricavato verrà destinato in beneficenza in collaborazione con la Banca del Dono della Città di Asti.

Ma gli eventi non finiscono qui.
ASL AT ospiterà dal 21 al 24 dicembre il simbolo per antonomasia del Natale in un concorso dal titolo evocativo “Presepi in Corsia”: un ritorno alla cultura tramandata in cui ogni reparto del nosocomio potrà presentare il presepe visto con i propri occhi, sia esso tradizionale, avanguardistico, interconfessionale, fanciullesco, e chi più ne ha più ne metta, in una gara all’ultimo pastorello.

Non mancherà, poi, lo spazio per il classico scambio di auguri tra il personale grazie ai due pranzi con le associazioni che collaborano con l’ASL di Asti, organizzati mercoledì 18 dicembre presso il Santo Spirito di Nizza Monferrato e giovedì 19 dicembre presso l’Ospedale Cardinal Massaia.

La veglia di martedì 24 dicembre, come di consueto, concluderà il tempo del Natale con la Santa Messa celebrata da Don Giancarlo Iraldi ed animata dal coro di Valmanera alle ore 20 presso la Cappella dell’Ospedale in modo da offrire a pazienti e personale l’opportunità di prendere parte all’Eucarestia natalizia.

Insomma, la magia del Natale non ha limiti, né di porte, né di luoghi, né di ambienti, né di professioni, e ASL AT, anche quest’anno, ne coglie bene la profondità.