Quantcast

A Cocconato l’originale connubbio tra api e presepi

Cosa possono avere in comune il mondo delle api e quello dei presepi? Per scoprirlo basta fare un giro a Cocconato, durante la rassegna “Oro, incenso e mirra – Presepi nel Monferrato”.

Nel magnifico comune capitale della Riviera del Monferrato, tra i tantissimi presepi che si possono ammirare, per Natale si coniuga curiosamente l’arte, la cultura e il benessere, grazie ad un’idea nata dall’apicultore Francesco Collura.

Qualche anno fa ho preso un’arnia, – ci spiega Francesco – ho fatto un’apertura e ho messo dentro il presepe. Da quel momento ho continuato a farlo ed oggi il risultato è che Cocconato sarà pieno di arnie-presepi.

presepi cocconato api

Sei arnie modificate sono state date alla scuola primaria di Cocconato ed i bambini ci hanno lavorato per allestirli e saranno esposti tra le vie del paese, come altri 12 alveali di cui si è occupato Francesco coinvolgendo diversi artisti di tutta Italia, che si potranno ammirare sotto il portico della Chiesa La Trinità.

Ogni arnia-presepe avrà un messaggio specifico – prosegue l’apicultore-artista – I temi saranno l’arte, la cultura, la matematica, la tradizione, ed anche i problemi che stanno attualmente passando le api”.

Perchè parlando di api, con Francesco Collura si apre un mondo, un microcosmo che va dalla matematica, “perchè la vita delle api, come tanto altro in natura, segue la sequenza di Fibonacci“, al benessere, con le api sentinelle del territorio. Un’arnia sarà infatti dedicata alla cava di “Gesso Nosei”, compresa tra Cocconato e Montiglio Monferrato, dove le api sono artefici del biomonitoraggio ambientale.

Ho delle arnie presso la cava ed ogni anno il miele che viene prodotto lì viene analizzato dall’Università ad Alessandria, dimostrando che è un miele puro”. Anche questa è una storia da raccontare e da scoprire, visitando i presepi a Cocconato.