Quantcast

A Camerano Casasco Gennaro Cosentino fa rivivere il passato nel presepe meccanico

Un piccolo mondo antico. E’ il presepe meccanico degli antichi mestieri che si può ammirare a Camerano Casasco, nel cuore del Basso Monferrato Astigiano. Uno spaccato di vita quotidiana di quei mestieri che sono andati perdendosi nel tempo e che ritornano, almeno in miniatura, grazie al lavoro di 25 anni dell’artista Gennaro Cosentino.

Il presepe è realizzato con oltre 250 motorini che danno vita ad un paese di una volta: tutti i meccanismi e le statue sono state realizzate rigorosamente a mano completamente da Cosentino: alla base di questo minuzioso lavoro c’è una grande passione per i mestieri scomparsi, con un po’ di nostalgia verso quei tempi in cui, proprio grazie all’impegno e alla fatica, si socializzava. Del presepe fanno parte anche una quarantina di statue in legno, arte in cui l’artista è specializzato nella realizzazione di sculture con la tecnica del riporto.

“Grazie all’estro e alla precisione di Gennaro Cosentino a Camerano Casasco si può ammirare un paese di 50 anni fa che lavora” è l’invito dell’ex sindaco Mauro Pelissero di Camerano Casasco, che invita tutti a visitare il presepe, incastonato sotto i voltoni di tufo delle cantine del castello.

Il presepe è aperto dei giorni festivi e prefestivi dall’8 dicembre al 6 gennaio, dalle 15 alle 17.30 nell’ambito della rassegna “Oro Incenso e Mirra Presepi nel Monferrato”. Per visite private o di gruppo: 338.8072149 o 333.8931957