Quantcast

Lezione con iI Comandante dei N.A.S Biagio Carillo per gli studenti dell’ARTOM di Asti

Un ospite d’eccezione per gli studenti dell’Istituto Artom di Asti, per gli incontri di educazione civica, cittadinanza attiva e legalità: martedì 26 novembre ha tenuto infatti un incontro il Tenente Colonnello Biagio Fabrizio Carillo, comandante dei NAS di Asti, Alessandria e Cuneo, criminologo, docente universitario, scrittore di libri noir.

L’Italia e l’unico paese al mondo che ha un corpo militare, i Carabinieri, dedicato alla tutela della salute sin dal 1962, ha spiegato ai ragazzi Carillo: attualmente sono impegnate circa 100 unita. II Nucleo del sud Piemonte a stato costituito in seguito ai casi di vino al metanolo negli anni Ottanta.

Nas all'artom asti

Nel suo intervento it Comandante ha illustrato ai ragazzi i settori (ben diciotto) di competenza dei militari appartenenti ai NAS: attività controllo e vigilanza igienico sanitaria nelle materie di competenza dello Stato e degli Enti locali, ma anche attivitò investigativa.

La salute umana intesa come stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non come semplice assenza di malattia viene considerata un diritto e come tale si pone alla base di tutti gli altri diritti fondamentali che spettano alle persone”, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità e questo principio rappresenta il fondamento del lavoro del Corpo: dai controlli sul doping e sull’uso degli anabolizzanti (anche negli sport svolti a livello dilettantistico e amatoriale), all’attività investigativa e di controllo in ospedali, pronto soccorso, case di riposo, comunità per disabili, terapeutiche e di recupero, alla farmaco vigilanza, ai controlli negli allevamenti e nei canili in cui si considerano non solo l’applicazione delle norme ed i protocolli ma anche il benessere degli animali, in collaborazione con ASL e veterinari.

Gli esempi pratici relativi alla vita quotidiana (dal prosciutto crudo alle marmellate senza zucchero, dal miele al vino biologici), i pericoli dei consigli improvvisati per gli acquisti sul web o, ancor più rischiosi, sul dark web, l’attenzione alle norme igienico sanitarie nel campo della ristorazione sono stati spunti di riflessione e dibattito.

L’invito agli studenti è di essere portatori, nel proprio contesto, di legalità e di corretta informazione senza dimenticare la nostra cultura e le nostre tradizioni, che sono fonte di eccellenza dei nostri prodotti e della nostra alimentazione.

Nella foto di copertina, Biagio Carillo con i docenti Stefano Biasiucci e Chiara Cerrato.